"Lo facciamo per poter dire: dato che non c'è niente, noi vogliamo rimboccarci le maniche e costruire qualche cosa. E se ognuno fa qualche cosa, allora si può fare molto." Padre Puglisi

Banner_Sconti

Riqualificazione urbana e degli spazi verdi: la risposta alla nostra richiesta

Del 11 Aprile 2022, ore 4:00 PM - Modifica

Il 4 Aprile 2022, abbiamo indirizzato all’Amministrazione del nostro Ateneo una richiesta ufficiale contenente varie proposte di interventi, finalizzati alla riqualificazione urbana e degli spazi verdi del nostro Campus universitario.
Dopo oltre due anni di pandemia ed il graduale ma progressivo rientro in presenza, la comunità studentesca ha legittimamente bisogno di tornare a vivere l’Università, non soltanto dal punto di vista accademico, ma anche e soprattutto sociale; con l’avvicinarsi della bella stagione diventa indispensabile poter studiare in compagnia, fare attività sportiva e, in generale, goderci il nostro tempo libero all’aria aperta: a tale scopo è importante che la Cittadella sia valorizzata e pronta ad accogliere al meglio l’intera comunità studentesca attraverso la manutenzione, la riqualificazione e la messa in sicurezza degli spazi verdi e dei beni presenti.


COSA ABBIAMO CHIESTO?

La nostra richiesta proponeva una riqualificazione completa, suddivisa in tre aree tematiche:

La prima area, Vivere l’Ateneo, è dedicata principalmente al decoro degli spazi verdi del Viale delle Scienze attraverso la messa in sicurezza degli alberi e prevedendo l’installazione di gazebi, l’implementazione di nuove panchine e di postazioni per lo studio all’aperto, dotandole di prese e connessione internet.

La seconda area, Vivere Ecosostenibile, propone un’idea di università più attenta allo smaltimento dei rifiuti, proponendo un potenziamento della raccolta differenziata in Ateneo attraverso la sostituzione degli attuali cestini rifiuti con un modello più aggiornato, installando inoltre dei cestini appositi per mozziconi di sigarette. E, per contrastare l’indecoroso abbandono dei rifiuti negli angoli della Cittadella, abbiamo proposto l’individuazione di un’“Isola ecologica di Ateneo“, migliorandone anche il servizio di raccolta.

L’ultima area, Vivere la Città, racchiude le proposte per migliorare l’interazione tra l’Università e gli spazi urbani: a tal fine, giocano un ruolo fondamentale la riapertura del passaggio che da Corso Pisani permetterebbe agli studenti che si spostano a piedi di raggiungere il Viale delle Scienze in maniera molto più agevole, e l’individuazione di un percorso ciclopedonale in corrispondenza del Parco Cassarà, per migliorare il collegamento tra Unipa ed il CUS. Fulcro di questa riqualificazione è la Fossa della Garofala, uno degli spazi ad alto potenziale strategico della Cittadella universitaria: negli anni sono stati tanti i contributi e finanziamenti erogati al fine di bonificare e riqualificare tale spazio che, ragionando a lunghe vedute, potrebbe rappresentare un vero esempio di riqualificazione urbana per eccellenza, rendendolo un luogo di ritrovo e di cultura per gli studenti dell’Ateneo.


LA RISPOSTA DELLA GOVERNANCE ALLA NOSTRA RICHIESTA

L’amministrazione ci ha risposto attraverso una Nota firmata dal Rettore, accogliendo favorevolmente la nostra proposta e confermando che, tra i principali obiettivi individuati dall’attuale governance, vi sono anche quelli riguardanti il miglioramento della qualità e della fruizione delle aree esterne, mediante la realizzazione di spazi per lo studio all’aperto, con la realizzazione di coperture leggere, attrezzati con posti a sedere dotati di prese elettriche e connessione Wi-Fi, nonché nuove infrastrutture sportive indoor (palestre da realizzare in almeno due plessi dell’Ateneo) e outdoor (campi sportivi presso il Viale delle Scienze, quali padel, basket e ping pong, ed attrezzi ginnici distribuiti su vari plessi).
Per la manutenzione delle aree verdi, invece, ci comunica che sono stati assegnati al Dipartimento di Agraria le risorse necessarie per l’utilizzo degli operai agricoli, rendendo quindi possibile, a partire dal corrente mese, la realizzazione delle opere destinate alla manutenzione del verde.

E’ inoltre intenzione della Governance di Ateneo procedere con l’ammodernamento dei punti ristoro e la realizzazione di spazi esterni coperti dotati di impianti tecnologici da inserire negli spazi verdi del Parco d’Orleans, al fine di favorire l’aggregazione della popolazione studentesca: si prevede che entro l’anno saranno realizzate le principali aree esterne attrezzate in prossimità degli edifici destinati ai Dipartimenti di Architettura, Economia, Lettere ed Ingegneria.

L’Area Tecnica ha in corso di elaborazione un progetto generale per la realizzazione di opere di manutenzione straordinaria: l’intervento sarà mirato, oltre che alla manutenzione delle strade e dell’arredo urbano, anche all’implementazione di una nuova segnaletica.

Per quanto concerne la Fossa della Garofala ed i collegamenti con la città, gli uffici ha redatto uno studio relativo ad un primo stralcio di interventi per la valorizzazione di alcune aree della Fossa della Garofala, consentendone una prima parziale fruizione di alcune aree. Un possibile collegamento con il Corso Pisani sarà invece oggetto di un apposito studio che riguarderà l’integrale recupero del Parco della Garofala. Lo studio prevede anche la realizzazione di un percorso di collegamento pedonale/ciclabile tra il Campus e il Centro Universitario Sportivo (CUS) che deve necessariamente attraversare il Parco Cassarà, attualmente interdetto alla fruizione per inquinamento ambientale. L’Ateneo ha avviato apposite interlocuzioni con il Comune di Palermo per valutare idonee soluzioni che consentano la realizzazione del suddetto collegamento.

Commenta l'articolo: