"Lo facciamo per poter dire: dato che non c'è niente, noi vogliamo rimboccarci le maniche e costruire qualche cosa. E se ognuno fa qualche cosa, allora si può fare molto." Padre Puglisi

Banner_Sconti

Guida alle Tasse e non solo! a.a. 2022/23

Del 25 Luglio 2022, ore 10:49 AM - Modifica

Lo scopo di questa guida, stilata da Vivere Ateneo, è quello di aiutare gli studenti nel pagamento delle tasse universitarie e di spiegare in dettaglio tutte le novità e le agevolazioni per il prossimo anno accademico, ottenute grazie al costante lavoro del nostro CdA Alessio Varsalona e dei nostri Consiglieri degli Studenti Giacomo Caradonna, Francesca Pia Noto, Teresa Garraffa, Leonardo Minaudo e Giorgia Intrivici!
Per qualsiasi altro dubbio, rimaniamo comunque a disposizione tramite i nostri rappresentanti o tramite le nostre pagine social di FACEBOOK e INSTAGRAM.

COME SONO COMPOSTE LE TASSE?

Quando ci iscriviamo all’Università attraverso la specifica PRATICA nel Portale Studenti (Immatricolazione, Immatricolazioni con acquisto crediti, Iscrizione ad anni successivi al primo) inseriamo i dati richiesti come ISEE, composizione del nucleo familiare, corso di studi, anno in cui ci stiamo iscrivendo. Da questa pratica decidiamo se pagare le tasse in 1, 2 o 3 rate.

  • Imposta di bollo di € 16,00;
  • Tassa regionale per il diritto allo studio di € 140,00;
  • Contributo onnicomprensivo annuale (diviso in tre rate), differenziato in base alle aree di appartenenza per ogni CdS, in base all’ISEE e, dal secondo anno in poi, anche in base ai CFU acquisiti (vedi tabella sotto).

ESEMPIO: se ho un ISEE di euro 57.300 e sono iscritto al CdS di Scienze Biologiche, quanto pago?
Con questo ISEE appartengo alla classe 21 e faccio parte dell’Area Scientifica, dunque pagherò, per il contributo onnicomprensivo annuale, una cifra di euro 1828.

N.B. Per i corsi che sono PROGRAMMATI, secondo l’offerta formativa, per svolgersi prevalentemente o interamente a distanza (visita questo sito per sapere quali corsi rientrano in questa categoria), oltre al contributo onnicomprensivo annuale determinato ai sensi dei commi precedenti, è previsto il pagamento di un contributo annuale aggiuntivo di € 600,00 per gli studenti rientranti fino alla fascia 12 (ISEE fino a €25.000) e di € 1.200,00 per gli studenti appartenenti a fasce superiori alla 12 (ISEE oltre i 25.000€), da versare contestualmente al pagamento della prima rata.

Ecco i periodi in cui è possibile effettuare i pagamenti in tre rate:

  • PRIMA RATA – 40% (per i corsi ad accesso libero): 1 Agosto 2022 – 30 Settembre 2022. Per i corsi ad accesso programmato occorre vedere le scadenze dei singoli bandi;
  • SECONDA RATA – 35%: 1 Ottobre 2022 – 24 Dicembre 2022;
  • TERZA RATA – 25%: 25 Dicembre – 28 Febbraio.

Nel caso di pagamento in soluzione unica:

  • Pagamento in soluzione unica con mora sulla prima rata: entro il 28 Febbraio;
  • Pagamento in soluzione unica con mora sulla prima e terza rata: 1 Marzo – 30 Aprile.

MORE PER RITARDO PAGAMENTI

Il pagamento delle tasse, se effettuato oltre la scadenza per le iscrizioni, è gravato, da una indennità di mora pari:

  • Per la prima rata (pagamento effettuato, per i corsi ad accesso libero, oltre la scadenza del 30 Settembre e per i corsi ad accesso programmato, oltre la scadenza imposta dai singoli bandi) ad euro 30 (ridotto a euro 15 solo per le fasce dalla 0 alla 5a), incrementata di euro 30 (incrementata di euro 15 solo per le fasce dalla 0 alla 5a) per ogni 30 giorni di ulteriore ritardo, fino ad un massimo complessivo di euro 90.;
  • Per la terza rata (pagamento effettuato, per tutti i corsi, oltre il 28 Febbario) pari ad euro 50 (euro 25 per le fasce dalla 0 alla 5a), incrementata di euro 50 (euro 25 per le fasce dalla 0 alla 5a) per ogni 30 giorni di ulteriore ritardo, fino ad un massimo complessivo di euro 100.

Il pagamento della seconda rata oltre il termine di scadenza del 24 dicembre 2022 non genera indennità per il ritardato pagamento, ma impedisce allo studente di sostenere gli esami relativi agli insegnamenti erogati al primo semestre.

ATTENZIONE: nel caso in cui lo studente non dichiari il proprio ISEE, verrà temporaneamente collocato nella 14° classe ISEE. In seguito, una volta ottenuto l’ISEE-U, questo dovrà essere presentato, tramite una modifica della pratica, ENTRO IL 24 DICEMBRE 2022.
Nel caso in cui non riuscite a presentare l’ISEE entro il 24 Dicembre, potete richiedere, entro questa data, una proroga per poterlo presentare entro il 31 Gennaio 2023. In caso di mancata presentazione entro queste date, e comunque entro e non oltre il 30 aprile 2023, verrete collocati in classe massima, tranne diversa determinazione del Consiglio di Amministrazione a seguito di motivata istanza dello studente.

Vediamo per ogni anno di iscrizione che agevolazioni o esoneri ci sono per il contributo ONNICOMPRENSIVO.

SE SIETE AL PRIMO ANNO COSA PAGATE?

Gli studenti che si IMMATRICOLANO ai primi anni dei Corsi di Studi di UniPa, possono avere tali agevolazioni:

  • Gli studenti, iscritti al primo anno accademico, appartenenti ad un nucleo familiare il cui ISEE è inferiore o uguale a 25.000,00 euro sono esenti dal pagamento del contributo ONNICOMPRENSIVO.
    In questo modo, gli studenti che si immatricolano per la prima volta a un Corso di Studi Triennale o a Ciclo Unico, pagheranno solo la marca da bollo e la tassa regionale (16,00€ + 140,00€).
  • Per gli studenti, iscritti al primo anno accademico, appartenenti a un nucleo familiare il cui ISEE è maggiore o uguale a 25.000,01 e inferiore o uguale a 30.000,00 euro, il contributo onnicomprensivo dovuto è uguale alla percentuale, riportata nella tabella sottostante, per singola area o corsi di studio.

ESEMPIO: Se ho 26.000€ di ISEE e sono area scientifica devo fare:
(ISEE PROPRIO – 25.001) * 0.25

Se siete con ISEE superiore ai 30.000,01€ pagherete il contributo ONNICOMPRENSIVO secondo la vostra fascia reddito e secondo l’area del sapere cui appartiene il vostro Corso di Studi (Guardare la PRIMA tabella). Al contributo si aggiungono sempre marca da bollo e tassa regionale (16,00€ + 140,00€).

DOMANDA: Ho fatto il test a Settembre, presentando anche domanda di Borsa di Studio e sono risultato VINCITORE (oppure IDONEO) e mi sono immatricolato nel corso di studi dove sono risultato vincitore (oppure in un Corso di Studi a numero aperto).
RISPOSTA: Sei esente dal pagamento del contributo ONNICOMPRENSIVO.

SE SIETE ISCRITTI TRA IL SECONDO ANNO IN CORSO E IL PRIMO FUORI CORSO?

Gli studenti che si iscrivono ad anni successivi al primo anno, quindi dal secondo anno fino al 1° fuori corso (compreso) possono trovarsi in tre condizioni:

  1. 1. Siete esenti dal pagamento del contributo ONNICOMPRENSIVO  solo se soddisfate CONGIUNTAMENTE queste tre condizioni:
    a) Avete ISEE inferiore o uguale a 25.000,00€;
    b) Vi state iscrivendo tra secondo anno e 1° fuori corso compreso;
    c) – Avete acquisito entro la data del 10 Agosto 2022 almeno 10 CFU, se vi state iscrivendo al secondo anno nell’anno accademico 22/23;
    – Oppure se tra Agosto 2021 e Agosto 2022 avete acquisito almeno 25 CFU, se vi siete iscritti ad anni successivi al secondo anno (quindi ad esempio se quest’anno vi siete iscritti al terzo anno, o quarto, ecc sempre fino al 1° fuori corso).

Se siete nella condizione 1.1. e soddisfate le condizioni a), b) e c) pagherete, dunque, solo la marca da bollo e la tassa regionale (16,00€+140,00€).

  1. 2. Per gli studenti, iscritti ad un anno successivo al primo ed entro il primo fuori corso (compreso), appartenenti a un nucleo familiare il cui ISEE è maggiore o uguale a 25.000,01 e inferiore o uguale a 30.000,00 euro, il contributo onnicomprensivo dovuto è uguale alla percentuale, riportata nella tabella sottostante, per singola area o corsi di studio. Questa condizione si applica purchè ricoranno ENTRAMBI i requisiti:
    a) Vi state iscrivendo tra secondo anno e 1° fuori corso compreso;
    b) – Avete acquisito entro la data del 10 Agosto 2022 almeno 10 CFU, se vi state iscrivendo al secondo anno nell’anno accademico 22/23;
    – Oppure se tra Agosto 2021 e Agosto 2022 avete acquisito almeno 25 CFU, se vi siete iscritti ad anni successivi al secondo anno (quindi ad esempio se quest’anno vi siete iscritti al terzo anno, o quarto, ecc sempre fino al 1° fuori corso).

ESEMPIO: Se ho 26.000€ di ISEE e sono area scientifica devo fare:
(ISEE PROPRIO – 25.001) * 0.25

  1. 3. Se siete con ISEE superiore ai 30.000,01€ pagherete il contributo ONNICOMPRENSIVO secondo la vostra fascia reddito e secondo l’area del sapere cui appartiene il vostro Corso di Studi (guardare la prima tabella dell’articolo). Al contributo si aggiungono sempre marca da bollo e tassa regionale (16,00€ + 140,00€).

N.B. nel caso in cui nell’anno precedente non siano stati raggiunti 10 CFU entro il 10 Agosto, per chi era iscritto al primo anno, o non siano stati raggiunti 25 CFU, per chi era iscritto ad anni successivi al primo, il sistema bloccherà le prenotazioni per gli esami degli anni precedenti della sessione estiva. Pertanto bisognerà fare il conguaglio tasse per verificare i pagamenti arretrati ed evitare l’accumulo delle more.

SE VI HANNO RESPINTO LA DOMANDA DI BORSA DI STUDIO?

Se hai fatto la domanda di borsa di studio ma te l’hanno respinta bisognerà compilare la pratica CONGUAGLIO TASSE e pagare il contributo secondo la tua fascia di reddito ed eventuali agevolazioni.

SE VI SIETE ISCRITTI AL SECONDO ANNO FUORI CORSO?

Per gli studenti  iscritti  ad  un  anno  accademico superiore  alla  durata  normale  del  corso  di  studi, aumentato  di  uno (dal secondo fuori corso in poi)  si  applica,  sul  contributo  onnicomprensivo  dovuto  secondo  la  classe  ISEE  di appartenenza, LA MAGGIORAZIONE DEL 15%. Dovrai aggiungere a questa quota sempre la marca da bollo e la tassa regionale (16,00€ + 140,00€).

Per ulteriori esoneri di casi precisi ti consigliamo di consultare il Regolamento sulla contribuzione studentesca QUI.

SE SIETE UN LAUREANDO DELLA SESSIONE DI MARZO?

I laureandi della Sessione straordinaria di Marzo 2023 non sono tenuti a pagare le tasse universitarie per l’anno accademico 2022/23. Infatti i laureandi di marzo sono coperti dalle tasse universitarie pagate nello scorso anno accademico (2021/22). Quindi chi è nella condizione di laurearsi a Marzo 2023 non deve pagare le tasse universitarie MA semplicemente tra il 1° Gennaio e il 31 Gennaio dovrà pagare le TASSE DI LAUREA, attraverso il proprio portale studenti compilando la pratica ESAMI DI LAUREA.

DOMANDA: Mi sono reso conto di non riuscire a laurearmi a Marzo, pago le more?
RISPOSTA: Se (e solo se) hai presentato domanda di laurea nella sessione straordinaria, avendo sostenuto, al momento della presentazione della domanda, almeno l’85% dei crediti totali del tuo corso di studi, esclusi quelli della prova finale, puoi iscriverti all’anno corrente pagando il contributo onnicomprensivo dovuto, non gravato da indennità di mora. In caso contrario, dovrai pagare le more.

DOMANDA: Io mi sono iscritto con riserva alla Magistrale e adesso mi devo laureare a Marzo e pagare la seconda rata, avrò mora?
RISPOSTA: Se ti sei iscritto con riserva, puoi perfezionare tale iscrizione, dopo la laurea, pagando la seconda rata del contributo onnicomprensivo non gravato da indennità di mora.

SE SIETE UN LAUREANDO DI LUGLIO?

Se siete uno studente che non è riuscito a laurearsi a Marzo 2023 ma che abbia conseguito tutti gli esami previsti nel vostro piano di studi o dovete al più sostenere o ottenere la convalida di un solo insegnamento nell’a.a. 22/23 e vi laureate entro la prima sessione ordinaria estiva dell’a.a. 22/23, potrete richiedere,  il rimborso del 50% del contributo onnicomprensivo. Qualora la disponibilità di bilancio non fosse sufficiente a soddisfare il rimborso del 50% del contributo onnicomprensivo, per tutte le richieste ricevute dagli aventi diritto nei termini prescritti, la quota da rimborsare verrà calcolata proporzionalmente al rapporto fra la disponibilità di bilancio (nel limite massimo complessivo di euro 150.000 annui) ed il totale degli importi richiesti a rimborso dagli aventi diritto.

Attenzione: gli studenti che, per giustificati motivi,  richiedano l’autorizzazione a presentare la domanda di partecipazione agli esami di laurea e/o il rinnovo della domanda di laurea, DOPO LE SCADENZE PREVISTE dal calendario didattico di Ateneo, sono tenuti, in caso di autorizzazione, al pagamento degli importi previsti con una maggiorazione di euro 100,00.

ISCRIZIONE A TEMPO PARZIALE – PART TIME

Lo status di studente impegnato a tempo parziale può essere chiesto all’atto dell’iscrizione e comporta  il  pagamento  della  tassa  regionale,  del  bollo  e,  in  funzione  dell’ISEE,  del  contributo onnicomprensivo di Ateneo, nella misura del 70% per le fasce da 0 a 15 e 90% per le fasce superiori.
Eccezioni: alle seguenti categorie di studenti, sarà concesso loro, il pagamento della tassa regionale, del bollo e, in funzione dell’ISEE, del contributo onnicomprensivo di Ateneo, come determinato secondo gli artt. 3 e 4, nella misura del 50%:
1. Lo studente  lavoratore  con  contratto  a  tempo  determinato  e/o  indeterminato,  della  durata minima di un anno a decorrere dall’anno accademico antecedente a quello di immatricolazione o di iscrizione, con un reddito di almeno 6.500 euro fiscalmente dichiarato;
2. La studentessa madre o lo studente padre, per i primi tre anni di vita del bambino;
3. Gli studenti-Atleti, dichiarati tali ai sensi delle delibere del S.A. n. 28 del 15 gennaio 2019 e n. 303/2019 del 7 novembre 2019.

Ricordiamo che viene  consentito  il  passaggio  di  status  da studente a tempo parziale a tempo pieno non prima che siano trascorsi due anni di carriera a tempo parziale. Ai fini del computo della durata legale del Corso di laurea l’iscrizione in modalità part time equivale a metà anno.

BONUS MERITEVOLI

Gli iscritti in corso e in modalità full time dal secondo anno in poi, che abbiano conseguito nei 12 mesi antecedenti la data del 10 agosto precedente l’iscrizione, almeno 48 CFU ed una media uguale o superiore a 28/30, hanno diritto di una riduzione del 20% del contributo onnicomprensivo fino ad un massimo di € 350,00.

ALTRE AGEVOLAZIONI

Per consultare le altre agevolazioni, leggi il documento ufficiale del Regolamento.

RINUNCIA AGLI STUDI

Lo studente rinunciatario non ha diritto alla restituzione delle somme versate. Per registrare la rinuncia lo studente deve essere in regola con il pagamento delle tasse e dei contributi relativi all’ultimo anno in cui risulta iscritto.

  • Lo studente iscritto all’A.A. 2022/23 che rinuncia agli studi entro il 24 dicembre non paga la seconda e la terza rata del contributo omnicomprensivo;
  • Lo studente iscritto all’anno accademico 2022/23 che rinuncia agli studi dal 25 dicembre 2022 in poi è tenuto a corrispondere l’intero contributo onnicomprensivo (prima, seconda e terza rata).

Lo studente che voglia interrompere irrevocabilmente i suoi studi deve:

Gli studenti rinunciatari che vogliano riprendere gli studi possono immatricolarsi/iscriversi chiedendo il riconoscimento della carriera pregressa (maggiori informazioni).

RICHIESTA DI RILASCIO PERGAMENA E DUPLICATO PERGAMENA

È stabilito in € 68,00 oltre l’imposta di bollo, l’importo che lo studente deve pagare per il rilascio della pergamena di laurea e di abilitazione e/o del duplicato della pergamena di laurea e abilitazione a seguito di furto, smarrimento e deterioramento.

RICHIESTA DI RICOGNIZIONE

Lo studente che ha una carriera attiva ma non ha pagato almeno due anni di iscrizione, per mettersi in regola dovrà:

  • Compilare la domanda di ricognizione della carriera dal Portale Studenti;
  • Pagare il bollettino di pagamento attraverso il sistema PagoPA;
  • Effettuare l’iscrizione all’anno accademico corrente.

È stabilito in € 100,00 il diritto fisso che lo studente dovrà pagare, oltre l’imposta di bollo, per ciascun anno per la ricognizione degli anni di mancata iscrizione.

RICHIESTA DI SOSPENSIONE O RIATTIVAZIONE DELLA CARRIERA

È stabilito in € 50,00, oltre l’imposta di bollo, l’importo che lo studente deve pagare per la sospensione e/o per la riattivazione della carriera.

La richiesta di sospensione va presentata preventivamente rispetto al momento in cui lo studente perfeziona l’iscrizione al Corso di Studio causa della sospensione.

  • Scarica e compila il modulo;
  • Trasmetti il modulo, copia del documento di identità in corso di validità e chiedi il relativo bollettino di pagamento all’indirizzo mail segreterie.studenti@unipa.it e matteo.maniaci@unipa.it;
  • Dopo le opportune verifiche, riceverai via email il bollettino da pagare;
  • Effettua il pagamento e trasmetti la copia della ricevuta pagoPA all’indirizzo segreterie.studenti@unipa.it e matteo.maniaci@unipa.it;
  • Verificata la conformità della documentazione, riceverai via email il decreto di sospensione della carriera.

La sospensione è concessa con provvedimento del Rettore o suo delegato.

La richiesta di riattivazione della carriera sospesa potrà essere presentata dall’interessato a seguito del conseguimento del titolo, causa della sospensione, o a seguito di rinuncia formale all’iscrizione al Corso di Studio per il quale si era chiesta la sospensione.

  • Scarica e compila il modulo;
  • Trasmetti il modulo, copia del documento di identità in corso di validità e chiedi il relativo bollettino di pagamento all’indirizzo mail segreterie.studenti@unipa.it e matteo.maniaci@unipa.it;
  • Dopo le opportune verifiche, riceverai via email il bollettino da pagare;
  • Effettua il pagamento e trasmetti la copia della ricevuta pagoPA all’indirizzo segreterie.studenti@unipa.it e matteo.maniaci@unipa.it;
  • Verificata la conformità della documentazione, riceverai via email il decreto di riattivazione della carriera.

Per maggiori informazioni, consulta il Regolamento dell’istituto della “sospensione” della carriera universitaria.

RICHIESTE DI REINTEGRO CARRIERA DECADUTI

Lo studente decaduto (ovvero che non ha sostenuto esami per otto anni accademici consecutivi), per una nuova iscrizione ad un Corso di Studio attivo ad accesso libero, può chiedere il reintegro e la convalida degli esami sostenuti nella precedente carriera, seguendo questi passi:

  1. Scarica il modulo di reintegro e compila tutte le sue parti;
  2. Trasmetti il modulo all’indirizzo segreterie.studenti@unipa.it;
  3. Attendi la comunicazione delle Segreterie sull’esito della delibera del Consiglio di Corso di Studio competente;
  4. In caso di esito positivo, potrai presentare la domanda di iscrizione per studenti decaduti con richiesta di convalida attraverso il Portale Studenti.

È stabilito in € 500,00, oltre l’imposta di bollo, le tasse e i contributi previsti per l’anno accademico in corso, l’importo che lo studente deve pagare per il reintegro della carriera, da decaduto, per l’iscrizione ad un corso di Laurea del nuovo ordinamento con convalida degli insegnamenti della pregressa carriera.

RICHIESTE DI PASSAGGIO

È stabilito in € 40,00, oltre l’imposta di bollo, l’importo che lo studente deve pagare per la richiesta di passaggio di corso di laurea, passaggio di sede, passaggio di classe di laurea.

TRASFERIMENTI

Gli studenti provenienti da altre Università sono tenuti al pagamento della tassa regionale per il diritto allo studio, dei bolli e del contributo onnicomprensivo previsto dall’Università degli Studi di Palermo.
Gli studenti che presentano istanza di trasferimento presso altro Ateneo, entro il 1° ottobre 2022 sono tenuti al pagamento della tassa di trasferimento pari ad € 200,00 oltre all’imposta di bollo. Oltre tale data lo studente è tenuto anche al pagamento delle tasse di iscrizione e della
prima rata del contributo onnicomprensivo per l’anno accademico corrente ove l’istanza sia compilata entro il 24 dicembre, ovvero dell’intero contributo onnicomprensivo (prima, seconda e terza rata) per istanze compilate a partire dal 25 dicembre 2022 in poi.

STUDENTI STRANIERI

Gli studenti in possesso di titolo estero che per perfezionare la domanda di
immatricolazione/iscrizione necessitano dell’indicatore ISEE parificato dovranno versare la tassa regionale e il bollo virtuale e sono temporaneamente esonerati dal pagamento del contributo onnicomprensivo fino al 24 dicembre 2022. Gli studenti dovranno richiedere il parametro ISEE parificato presso i centri di assistenza fiscale abilitati e comunicarlo alle Segreterie Studenti al fine di determinare la classe ISEE di appartenenza. In assenza della presentazione dell’ISEE parificato lo studente proveniente da un paese rientrante nella
DAC LIST dell’OCSE pagherà un contributo fisso di 300 euro, mentre tutti gli altri sono tenuti al pagamento di un contributo fisso di 600 euro.

CORSI SINGOLI

Per saperne di più, consulta il nostro articolo approfondito.

OPEN BADGE

L’importo per il rilascio dell’Open Badge è di € 20,00.

RICHIESTA DI EQUIPOLLENZA

La richiesta di equipollenza di un titolo estero comporta l’iscrizione al relativo Corso di studi, secondo le norme previste dal presente regolamento, qualora non vi sia un riconoscimento totale del titolo conseguito all’estero e anche nel caso in cui sia necessaria la sola discussione della tesi di laurea. Se il riconoscimento è concesso nella sua interezza è dovuto solo un importo complessivo di € 300,00 oltre all’imposta di bollo.

Per prendere visione dell’intero regolamento, consulta questo documento.

Per qualsiasi altro dubbio, rimaniamo comunque a disposizione tramite i nostri rappresentanti o tramite le nostre pagine social di FACEBOOK e INSTAGRAM!


Commenta l'articolo: