"Lo facciamo per poter dire: dato che non c'è niente, noi vogliamo rimboccarci le maniche e costruire qualche cosa. E se ognuno fa qualche cosa, allora si può fare molto." Padre Puglisi

Banner_Sconti

GUIDA ALLA CERTIFICAZIONE DEI 24 CFU

Del 23 Ottobre 2020, ore 11:38 AM - Modifica

Cosa sono i 24 CFU per l’insegnamento?

L’associazione studentesca Vivere Ateneo cercherà di chiarire ogni vostro dubbio tramite questa guida.

I 24 cfu servono principalmente a permettere l’accesso alla formazione e al ruolo di docente. Il D.L. 59 prevede, infatti, con il presupposto che si sia già in possesso dei 24 cfu e di una laurea magistrale o a ciclo unico o a titolo equipollente coerente con le classi concorsuali scolastiche vigenti, un concorso pubblico nazionale, indetto su base regionale o interregionale, che permetterà successivamente l’accesso ad un successivo percorso triennale di formazione iniziale, tirocinio e inserimento nel ruolo di docente, denominato “Percorso FIT”.

Come posso acquisire i 24 CFU? 

I 24 cfu possono essere acquisiti in forma curricolare, aggiuntiva o extracurricolare nelle discipline pedagogiche, psicologiche, antropologiche e nelle metodologie e tecnologie didattiche generali e proprie delle singole discipline, essendo però già in possesso di almeno 6 cfu in ciascuno di almeno tre dei seguenti quattro ambiti disciplinari:
1. Pedagogia, pedagogia speciale e didattica dell’inclusione;
2. Psicologia;
3. Antropologia;
4. Metodologie e tecnologie didattiche.
Inoltre, ai fini dell’acquisizione dei 24 cfu, o di una parte di essi, l’Università di Palermo mette a disposizione degli insegnamenti, aderenti ai requisiti che il D.M 616 prevede, che possono essere acquistati in modalità “corso singolo” da coloro già in possesso di una Laurea Magistrale o Specialistica e dai laureati del vecchio ordinamento, indicati in questa pagina.

I 24 CFU hanno un costo o sono gratuiti? 

Il Consiglio di Amministrazione dell’Università di Palermo ha stabilito un costo di 20 euro per i CFU dei corsi singoli, indipendentemente dalla fascia di reddito, più 16 euro per l’imposta di bollo. Gli stessi insegnamenti possono anche essere seguiti, gratuitamente, dagli studenti attualmente iscritti ai corsi di studio dell’Università di Palermo. Verrà fornito il materiale didattico attraverso il portale studenti con la funzione “iscriviti all’insegnamento”.

In cosa consiste?

L’offerta formativa di tale Percorso sarà organizzata in 7 insegnamenti, ognuno da 6 CFU, tra i quali 2 di ambito pedagogico, 2 di ambito antropologico, 2 di ambito psicologico e uno di ambito metodologico generale, saranno anche predisposte schede di trasparenza specifiche per ciascuno degli insegnamenti del percorso, come di seguito indicato:

ANTROPOLOGIA:

  •  Antropologia Culturale, (da Studi Filosofici e Storici), M-DEA/01, cod. 01340, 6 cfu, prof. D’Agostino;
  •  Antropologia Culturale, (da Lettere), M-DEA/01, cod. 01340, 12 cfu, prof. D’Agostino;
  •  Antropologia Culturale, (da Educazione di Comunità), M-DEA/01, cod. 01340, 9 cfu, prof. L. Bellantonio;
  •  Antropologia Culturale, (da Teorie della comunicazione), M-DEA/01, cod. 01340, 6 cfu, prof. L. Bellantonio;
  •  Etnostoria, (da Scienze dell’educazione), M-DEA/01, cod. 14451, 9 cfu, prof. E. Di Giovanni;
  •  Antropologia sociale (da Scienze pedagogiche), M-DEA/01, cod. 01353, 6 cfu, prof. E. Di Giovanni;
  •  Antropologia della contemporaneità (da Scienze della formazione continua), M-DEA/01, cod. 18542, 9 cfu, prof. E. Di Giovanni;
  •  Antropologia della musica, L-ART/08, cod. 08896, 6 cfu, prof. S. Bonanzinga;
  •  Antropologia dell’educazione, M-DEA/01, cod. 12400, 6 cfu, prof. L. Bellantonio;
  •  Antropologia culturale (da Scienze e tecniche psicologiche)M-DEA/01, cod. 01340, 6 cfu, prof. L. Bellantonio;
  •  Antropologia e cultura materiale, M-DEA/01, cod. 18559, 12 cfu, Prof. S. D’Onofrio;
  •  Patrimonio immateriale, M-DEA/01, cod. 18565, 6 cfu, Prof. I. Buttitta;
  •  Antropologia filosofica (da Scienze della formazione continua), M-FIL/03, cod. 01350, 6cfu, prof. A. Pugliese (dall’A.A. 2018/2019).

PSICOLOGIA:

  • Progettazione nei servizi, M-PSI/04, cod. 13192, 6 cfu, prof. C. Inguglia;
  • Psicologia dello sviluppo e dell’educazione, M-PSI/04, cod. 10204, 10 cfu, prof. Agata Maltese;
  • Psicologia dello sviluppo e dell’educazione, M-PSI/04, cod. 10204, 9 cfu, prof. Concetta Polizzi;
  • Psicologia dell’orientamento e della formazione, M-PSI/04, cod. 06043, 6 cfu, prof. A Lo Coco;
  • Psicologia dello sviluppo, M-PSI/04, cod. 06062, 6 cfu, prof. Concetta Polizzi;
  • Fondamenti e storia della psicologia, M-PSI/01, cod. 03518, 10 cfu, Prof. S. Miceli;
  • Psicologia dei processi decisionali, M-PSI/01, cod. 13343, 6 cfu, Prof. S. Miceli;
  • Psicologia della personalità, M-PSI/01, cod. 06053, 10 cfu, proff. M. Cardaci e R. Misuraca;
  • Psicologia del fenomeno mafioso, M-PSI/08, cod. 17955, 6 cfu, prof. C. Giordano;
  • Intelligenza emotiva: strumenti e tecniche, (da CdL magistrale in Psicologia del Ciclo di Vita), M-PSI/01, cod. 17938, 6 cfu, Prof. A. D’Amico;
  • Fondamenti e Storia della Psicologia, (da  CdL triennale in Scienze e tecniche psicologiche), M-PSI/01 , cod. 03518, 10 cfu, Prof. A. D’Amico.

PEDAGOGIA:

  •  Docimologia, M-PED/04, cod. 02652, 6 cfu, prof. G. Cappuccio;
  •  Pedagogia Sperimentale, M-PED/04, cod. 05640, 9 cfu, prof. A. Cappuccio;
  •  Pedagogia Generale, M-PED/01, cod. 05613, 9 cfu, prof. G. D’Addelfio;
  •  Pedagogia Speciale, M-PED/03, cod. 05637, 9cfu, prof. G. Compagno;
  •  Filosofia dell’educazione, M-PED/01, cod. 03024, 9 cfu, prof. Antonio Bellingreri;
  •  Pedagogia della famiglia, M-PED/01, cod. 12467, 6 cfu, prof. Antonio Bellingreri;
  •  Storia della pedagogia, M-PED/02, cod. 06946, 9 cfu, prof. Livia Romano;
  •  Pedagogia musicale, M-PED/01, cod. 18381, 6 cfu, prof. Elena Mignosi;
  •  Teorie, strategie e sistemi dell’educazione, M-PED/01, cod. 13367, 9 cfu, prof. Elena Mignosi;
  •  Didattica generale, M-PED/03, cod. 02351, 9 cfu, prof. Alessandro Di Vita.

METODOLOGIE DIDATTICHE (di tipo generale):

  • Metodologia didattica, M-PED/03, cod. 05130, 9 cfu, prof. Alessandra La Marca;
  • Metodologia della ricerca – azione in campo educativo, M-PED/04, cod. 13387, 6 cfu, prof. Giuseppa Cappuccio.

METODOLOGIE DIDATTICHE (da scegliere con riferimento alla propria classe di concorso):

  • Didattica della geoscienzaGEO/04, cod. 12451, 6 cfu;
  • Metodologia didattica delle scienze biologiche ed ambientali C.I., BIO/07, BIO/05, cod. 20503, 6 cfu;
  • Didattica della fisica, FIS/08, cod. 02335, 6 cfu;
  • Storia della fisicaFIS/08, cod. 06895, 6 cfu;
  • Fondamenti storico epistemologici della fisica, Fis/08, cod.14536, 9 cfu;
  • Storia delle matematiche, Mat/04, cod.07008, 6 cfu, prof. C. Cerroni;
  • Matematiche elementari da un punto di vista superiore, Mat/04, cod. 04910, 6 cfu;
  • Didattica delle lingue straniere, L-LIN/02, cod. 08375, 6 cfu, prof. Aliffi;
  • Didattica della Letteratura italiana, L-FIL-LET/10, cod. 18543, 9 cfu, prof. Ambra Carta;
  • Didattica del Latino, L-FIL-LET/04, cod. 02332, 9cfu, prof. Marino;
  • Didattica della lingua italiana, L-FIL-LET/12, cod. 16324, 9 cfu, prof. Luisa Amenta;
  • Lingua italiana per stranieri, L-FIL-LET/12, cod. 15082, 12 cfu, prof. Luisa Amenta;
  • Metodologia della ricerca storica, M-STO/02, cod. 05122, 6 cfu, Prof. D. Palermo;
  • Fonti e metodi della storia moderna, M-STO/02, cod. 19087, 6 cfu, Prof. R. Cancila;
  • Filosofia del diritto, IUS/20, cod. 15550, 9cfu, proff. G. Maniaci, I. Trujillo Perez, A. Schiavello, B. Celano – LMU – Giurisprudenza (canale TP e canale PA) – per informazioni rivolgersi alla dott.ssa Clelia Bartoli (clelia.bartoli@unipa.it);
  • Scienze della traduzione: teoria e tecnologie, L-LIN/02, cod. 19333, 12 cfu, Prof. A. Di Sparti (dall’A.A. 2018/2019).

Cosa è il percorso FIT?

Il percorso FIT (Formazione iniziale e tirocinio) è il nuovo sistema di reclutamento per la scuola secondaria approvato dal decreto legislativo 59/2017. Tale percorso è legato ai concorsi, che avranno d’ora in poi cadenza biennale, che “sfornerà” i futuri insegnanti. I richiedenti l’iscrizione al Percorso Pre-FIT potranno scegliere gli insegnamenti da seguire dalla lista sopra indicata e sostenere i relativi esami, facendo estrema attenzione a quanto previsto dal suddetto D.M. 616/2017 in relazione alla necessità di conseguire i 24 CFU coprendo almeno tre dei quattro ambiti, conseguendo almeno 6 CFU per ciascuno degli ambiti scelti.

Si possono verificare due possibili situazioni:

1) Il richiedente deve conseguire l’intero “pacchetto” di 24 CFU.

In tal caso verrà selezionato il Piano di Studi standard del Pacchetto e sarà possibile:

  • Seguire gli insegnamenti (da 6 CFU) desiderati (uno per ciascuno dei quattro ambiti previsti) e sostenere i relativi esami, oppure,
  • Seguire due insegnamenti in uno stesso ambito (12 CFU) e altri due in due ambiti diversi e sostenere i relativi esami.

2) Il richiedente ha già sostenuto nella sua carriera accademica insegnamenti ritenuti validi ai fini dell’acquisizione dei 24 CFU richiesti dal DL 59/2017 e DM 616/2017.

In tal caso sarà necessario indicare gli insegnamenti da convalidare per il Percorso Pre-FIT (ad esempio, quelli già certificati tramite la piattaforma informatica UniPA) e allegare il file pdf relativo alla certificazione/attestazione. Nel caso in cui la certificazione/attestazione fosse stata rilasciata da altra/e Università dovrà TASSATIVAMENTE contenere indicazioni su SSD, CFU, Obiettivi Formativi e votazione finale per ciascuno degli insegnamenti che si desidera far convalidare). Infine, bisognerà specificare quali degli insegnamenti previsti dall’Offerta Formativa del Percorso Pre-FIT si desidera inserire nel proprio Piano di Studi a completamento dei 24 CFU richiesti, in tale caso sarà necessario fare estrema attenzione a quanto previsto dalle norme in relazione alla necessità di conseguire i 24 CFU coprendo almeno tre dei quattro ambiti, conseguendo almeno 6 CFU per ciascuno degli ambiti prescelti.

Chi si può iscrivere al percorso Pre-FIT?

Possono iscriversi al Percorso Pre-FIT coloro che hanno conseguito la laurea magistrale, la laurea a ciclo unico, il dottorato di ricerca, il master. L’ammissione al Percorso è consentita anche agli studenti iscritti alla laurea magistrale o agli ultimi due anni di laurea a ciclo unico. 

Per gli iscritti  a  Corsi  di  dottorato  di  ricerca,  Scuole  di   specializzazione, Corsi di perfezionamento  e  Master  di questo Ateneo,  l’iscrizione  al  Percorso Pre-FIT  è  consentita  a  meno  che  non  sia  espressamente  esclusa dal regolamento dello specifico corso. L’iscrizione di dottorandi e specializzandi iscritti presso altre Istituzioni universitarie è consentita solo in presenza di una convenzione specifica che preveda, la validità reciproca dei percorsi formativi.

Quanto costa l’iscrizione?

Il costo di iscrizione all’intero “pacchetto” da 24 CFU del Percorso Pre-FIT è determinato in € 360,00 + € 16,00 per imposta di bollo. Qualora si dovesse procedere all’acquisto parziale del corso, il costo è di € 20,00 a CFU, fino ad una spesa massima di € 360,00 + € 16,00 per imposta di bollo. Le modalità di pagamento verranno specificate sul sito contestualmente all’iscrizione.

Chi è esentato dai regolamenti?

Sono esentati da qualsiasi pagamento, fatto salvo il pagamento di 16 euro per imposta di bollo dovuta da tutti, coloro che, alla data di presentazione della domanda, risultino iscritti, anche come studenti fuori corso, a un corso di laurea, laurea magistrale, laurea magistrale a ciclo unico o corso di dottorato per l’anno accademico cui si riferisce il corso PRE-FIT. Sono esentati dal pagamento anche gli studenti di dottorati di altre Università con le quali sia attiva la specifica convenzione con UniPA in relazione alla frequenza dei Percorsi Pre-FIT attivati presso le stesse Università e UniPA. 

Per gli studenti dei corsi di studio dell’Università che si iscrivono per la prima volta al Percorsi Pre-FIT, la durata normale del corso di studio frequentato può essere aumentata, a richiesta, di un semestre limitatamente agli studenti in corso del secondo anno della laurea magistrale e del quinto anno della laurea a ciclo unico.

Cosa bisogna fare per coloro che hanno già conseguito i 24 CFU?

Coloro che hanno già conseguito tutti i crediti di cui all’art. 3, comma 3, D.M. 616/2017 e desiderano il RILASCIO DELLA DICHIARAZIONE relativa, potranno inviare, all’indirizzo mail: infofit@unipa.it, l’istanza scaricabile, specificando come oggetto il proprio cognome, nome e il modello di domanda utilizzato(es. Rossi Mario – modello A), successivamente, verrà pubblicato l’elenco nominativo delle domande pervenute. Coloro che non riscontrassero il proprio nome, avranno tre giorni di tempo per segnalare la mancata ricezione. Le istanze saranno esaminate da una Commissione di Ateneo appositamente nominata.

Cosa bisogna fare per coloro che hanno conseguito parzialmente i 24 CFU?

Coloro che hanno già conseguito solo alcuni dei 24 CFU previsti, potranno chiederne il riconoscimento  inviando all’indirizzo mail: infofit@unipa.it, l’istanza scaricabile, specificando come oggetto il proprio cognome, nome e il modello di domanda utilizzato (es. Rossi Mario – modello B). Le istanze saranno esaminate da una Commissione di Ateneo appositamente nominata. I CFU riconosciuti saranno comunicati, tramite e-mail, e sarà possibile acquistare i corsi singoli per il raggiungimento dei 24 CFU secondo le modalità riportate prima.

GUIDA ALLA CERTIFICAZIONE DEI 24 CFU

Vediamo come fare passo dopo passo!

Dopo avere effettuato la registrazione tramite il sito dell’Università degli studi di Palermo e l’accesso al Portale Studenti l’utente dovrà avviare una “NUOVA PRATICA” amministrativa dal menù “PRATICHE”:

Tra le pratiche disponibili, l’utente dovrà SELEZIONARE la voce “CERTIFICAZIONE 24 CFU, […]”:

Arrivati a questo punto, si aprirà un ulteriore elenco di possibili scelte e l’utente dovrà SELEZIONARE la pratica “FORMAZIONE INSEGNANTI– Immatricolazione e RICHIESTA CERTIFICAZIONE”:

Nella schermata generata, andrà INSERITA la Struttura didattica (Nota: per tutti gli insegnamenti la struttura sarà sempre “Scuola delle Scienze Umane e del patrimonio Culturale). La scelta potrà essere CONFERMATA attraverso il tasto verde “SELEZIONA”:

Il Corso andrà selezionato come riportato nell’immagine che segue: 

Nel passaggio successivo ANDRÀ CONFERMATA
1. La richiesta di immatricolazione
2. La richiesta di calcolo delle tasse.

Nella schermata successiva ANDRANNO INSERITI gli ambiti, gli insegnamenti (materie) e la classe di concorso per la quale viene effettuata la richiesta:

(Nota: la certificazione può essere richiesta per più classi di concorso attraverso la medesima pratica. Se la materia può essere convalidata per tutte le classi di concorso, è possibile selezionare la voce “TUTTE – tutte le classi di concorso”).

ATTENZIONE! I campi successivi vanno compilati solo se si chiede la convalida di insegnamenti non presenti nel menù a tendina subito sopra (ovvero gli insegnamenti sostenuti presso altri Atenei o non presenti nella banca dati di Ateneo).

Ogni inserimento va CONFERMATO attraverso il tasto “INSERISCI INSEGNAMENTO”:

Infine, la pratica viene COMPLETATA attraverso il tasto di “CONFERMA” con la generazione di un MAV da 20 euro:

NOTA: Coloro i quali non si siano laureati presso gli Atenei in elenco (o coloro i quali siano in possesso di Diploma I.S.E.F.) dovranno allegare certificazione, o autocertificazione, del proprio piano di studi nel riquadro di seguito raffigurato:

Dopo l’elaborazione della richiesta, il sistema invierà una comunicazione all’indirizzo Gmail istituzionale generato al momento dell’iscrizione sul Portale studenti (nomeutente@community.unipa.it). Da questo momento sarà possibile scaricare dal Portale la certificazione cliccando su “RILASCIO DELLA CERTIFICAZIONE DI CONSEGUIMENTO DEI 24 CFU PREVISTI DAL D.M.616/2017:

Per qualsiasi dubbio basta contattare l’ufficio FITUNIPA (infofit@unipa.it) per avere maggiori informazioni.

Commenta l'articolo: