"Lo facciamo per poter dire: dato che non c'è niente, noi vogliamo rimboccarci le maniche e costruire qualche cosa. E se ognuno fa qualche cosa, allora si può fare molto." Padre Puglisi

Banner_Sconti

Borsellino elettronico dell’ERSU: come funziona?

Del 23 Agosto 2022, ore 10:31 AM - Modifica

DALL’1 SETTEMBRE 2022 NON SARÀ PIÙ POSSIBILE PAGARE “IN CONTANTI” IL PASTO A MENSA, MA SARÀ NECESSARIO UTILIZZARE IL “BORSELLINO ELETTRONICO”.

Il Borsellino elettronico è la nuova modalità di pagamento per usufruire del servizio di ristorazione, in sostituzione del pagamento “in contanti”. È una nuova funzionalità dell’app, una sorta di “portafoglio” digitale ricaricabile.

Funziona come una carta prepagata “virtuale”: si carica con carta di credito o carta prepagata, tramite sistema NEXI o tramite sistema PagoPa. Le ricariche si possono effettuare, al momento, utilizzando un’apposita procedura online disponibile nella home della propria pagina personale del portale dei servizi online dell’Ente: successivamente, sarà possibile farlo anche dall’app “ERSU PALERMO”.

Il credito scala nel momento in cui l’operatore della cassa, all’interno della mensa, conferma il tipo di pasto (pasto completo, primo e contorno; secondo e contorno) selezionato precedentemente dall’app “ERSU PALERMO”. Il credito residuo e tutte le altre informazioni (stato dei pagamenti, ricariche effettuate, ecc…) potranno essere consultate dal portale studenti ERSU. Il credito residuo si potrà controllare anche dalla home dell’app “ERSU PALERMO” .

Il BE deve necessariamente essere caricato quando il credito residuo sarà esaurito o insufficiente a poter pagare il pasto a mensa.

Qualora il credito residuo fosse esaurito o insufficiente (pari o maggiore di zero), l’Ente consentirà solamente agli IDONEI (assegnatari o non assegnatari) di borsa di studio per l’a.a. corrente, di usufruire del servizio, “prestando” loro il credito necessario al raggiungimento dell’importo del solo pasto selezionato a mensa (intero o frazionato), che sarà recuperato con la prima ricarica. Il credito “in prestito” è concesso una sola volta al mese.

I tagli disponibili delle ricariche sono di 5, 10, 15, 20, 25, 50 e 100 euro.

Le spese di commissione sono a carico di chi ricarica (l’ordinante):

  • Se la ricarica è effettuata con pagamento online utilizzando la carta di credito o la carta prepagata (sistema NEXI), le spese di commissione saranno di €0,15: in questo caso, il BE si caricherà immediatamente;
  • Se la ricarica è effettuata con pagamento online utilizzando la carta di credito o la carta prepagata (sistema PagoPA), le spese di commissione dipenderanno dalla scelta del punto di pagamento: anche in questo caso, il BE si caricherà immediatamente;
  • Se, invece, si utilizzerà il sistema PagoPa con pagamento sul territorio (in banca, presso le filiali aderenti o gli sportelli ATM abilitati; negli uffici postali; presso gli esercenti convenzionati o presso i punti posta privati che offrono il servizio), le spese di commissione dipenderanno dalla scelta del punto di pagamento (consulta la pagina “Sei tu a scegliere dove pagare” del portale PagoPa).

L’importo totale da pagare tutte le volte che si ricarica il BE è dato dalla somma dell’importo della ricarica + le spese di commissione.

Es.: nel caso di una ricarica da €10,00 e si fosse scelto effettuare il pagamento online con carta di credito, l’importo addebitato sarà di €10,15: €10,00 andranno al BE ed € 0,15 al gestore del sistema di pagamento.

Non si può usufruire del servizio ristorativo qualora, invece, il credito fosse negativo (minore di zero).

A tutti coloro i quali hanno richiesto la borsa di studio o il servizio di ristorazione, il BE si attiva automaticamente con credito €0,00 (è necessario, però, effettuare una ricarica per poterlo utilizzare).

A fine a.a. corrente, se il BE avrà un saldo positivo, il credito residuo sarà riportato automaticamente all’a.a. successivo.

Se NON si intende continuare ad usufruire dei servizi dell’Ente, sarà possibile richiedere il rimborso del saldo positivo utilizzando un’apposita procedura online disponibile nella home della propria pagina personale del portale studenti ERSU.

ATTENZIONE: le richieste di rimborso credito residuo BE, una volta confermate, non potranno essere annullate; pertanto, per riattivare il BE è necessario effettuare una nuova ricarica.

I nostri rappresentanti rimangono a disposizione per qualunque chiarimento in merito nel gruppo creato ad hoc da Vivere Ateneo per i servizi dell’ERSU di Palermo: https://t.me/ErsuFaqVivereAteneo

Commenta l'articolo: