"Lo facciamo per poter dire: dato che non c'è niente, noi vogliamo rimboccarci le maniche e costruire qualche cosa. E se ognuno fa qualche cosa, allora si può fare molto." Padre Puglisi

TEST DI MEDICINA E ODONTOIATRIA: LA RISPOSTA DELL’AMMINISTRAZIONE

Del 8 Luglio 2020, ore 7:03 PM - Modifica

A seguito dell’uscita dell’ambito bando per accedere ai corsi di studio in Medicina e Chirurgia ed Odontoiatria e Protesi Dentaria la sorpresa cui sono stati soggetti gli studenti che intendono partecipare a tale test è stato l’aumento del contributo per partecipare ai test. In particolare per l’Università degli studi di Palermo l’ammontare risulta essere raddoppiato rispetto agli anni precedenti prevedendo una quota pari a 100€.

Attraverso la nostra rappresentante degli studenti in seno al CdA, Patrizia Caruso, abbiamo prontamente inviato una richiesta per ricevere un chiarimento in merito da parte dell’amministrazione. Dalla stessa apprendiamo che tale aumento è stato stabilito a seguito della nota del 30 giugno 2020, prot. n. 001-495-GEN/2020 inviata dalla CRUI (Conferenza dei Rettori delle Università Italiane) a tutti gli atenei italiani.

Pertanto la maggiorazione avvenuta è uguale in tutte le università italiane che aderiscono alla CRUI, tra cui UniPa, e si lega anche al fatto che i test a numero programmato a livello nazionale in via del tutto eccezionale quest’anno si svolgeranno nella sede più vicina alla residenza dello studente, uniformando i costi, dapprima variabili a seconda dell’Ateneo.

A seguito di tale spiegazione riteniamo in ogni caso insufficiente pensare ad una tale maggiorazione, perché laddove le università dovrebbero subire maggiori costi per l’impiego, significativo di personale, dall’altro in ogni caso il maggior numero di studenti che partecipano al test avrebbero già pagato un quantitativo previsto per la partecipazione al test di ben 55€ (così come previsto dal regolamento della contribuzione studentesca per l’a.a. 2020/2021, deliberato durante la seduta del 9 giugno 2020)!

Commenta l'articolo: