"Lo facciamo per poter dire: dato che non c'è niente, noi vogliamo rimboccarci le maniche e costruire qualche cosa. E se ognuno fa qualche cosa, allora si può fare molto." Padre Puglisi

Banner_Sconti

[SEMINARIO 3 CFU]- “NON OMNIS MORIAR”

Del 28 Novembre 2020, ore 5:50 PM - Modifica

L’Associazione Studentesca Vivere Lettere è lieta di invitare gli Studenti e le Studentesse del Dipartimento di Scienze Umanistiche al Seminario “Non omnis moriar”.

La poesia contemporanea è come una landa desolata in cui possono nascere e crescere, talvolta e nella stagione adatta, orchidee di inestimabile bellezza.
Risulta difficile, ormai, riconoscere, nella moltitudine delle autopubblicazioni che soffocano il territorio già infido della rete, vere espressioni poetiche, nettamente distinte dalla semplice espressione di pensieri (legittima, ma lontana anni luce dall’arte della creazione poetica) e dalla stucchevolezza di componimenti costruiti con mediocrità.
L’opera poetica, in quanto tale, deve caratterizzarsi per la passione per la lingua, per le frasi dalla costruzione ardita, per le associazioni temerarie di termini non comuni, per lo scavo archeologico della realtà tramite le parole
.

Obiettivo del seminario è fornire un quadro completo, non solo di quello che concerne la poesia contemporanea, ma soprattutto del contesto storico-letterario in cui essa si ramifica.

Il periodo che va dalla metà degli anni Cinquanta alla fine del secolo è per la poesia un periodo particolarmente difficile e complesso: fondandosi sulla comunicazione verbale, la poesia vive con forza i grandi cambiamenti e le profonde novità che riguardano il mondo della comunicazione e dei linguaggi.
La diffusione e il trionfo dei mass media, la comparsa di nuovi linguaggi spesso non verbali, provocano sulla poesia effetti estremi.
Se da una parte essa si trova messa in discussione nella sua stessa ragion d’essere da quanti la considerano uno strumento espressivo superato, dall’altra, invece, diviene l’unico mezzo capace di combattere l’alienazione linguistica e la crisi della comunicazione tra individui. Per far fronte a questi problemi sono state avanzate due tendenze generali: una di tipo sperimentale, dunque di ricerca, che potrebbe identificarsi in una vera e propria avanguardia; una, invece, di tipo restaurativo, o regressivo, che mira al rilancio di modi espressivi del passato.
È importante evidenziare come negli anni Novanta e nei primi anni del nuovo secolo siano nuovamente visibili una pluralità di tendenze, e un interesse per la poesia non semplicemente regressivo; ciò indica che uno spazio critico e importante per la poesia esiste ancora, e che la lunghissima storia di questa attività umana non è ancora finita.

Da Francesco Masala per il poeta e amico Salvatore Cambosu:
“Ma la morte di un poeta è il minore e il più dolce dei mali. Per gli altri, la morte è testimonianza più certa della umana provvisorietà, la prova più sicura della ineluttabile incompletezza dell’uomo. Per il poeta, no. Egli sa che cosa è la morte, e proprio per questo inventa la maniera più sorprendente e chimerica per non lasciarsi morire del tutto: la memoria poetica di sé, il non omnis moriar di una altrimenti labile e caduca condizione: la poesia insomma come documento di una non effimera condizione ultraterrena”

Il Seminario si svolgerà ONLINE tramite la Piattaforma MICROSOFT TEAMS, e sarà rivolto ai seguenti Corsi di Laurea:

  • Discipline delle Arti, della Musica e dello Spettacolo (L-3);
  • Studi Filosofici e Storici (L-5);
  • Lettere (L-10);
  • Lingue e Letterature – Studi Interculturali (L-11/L-12);
  • Italianistica (LM-14);
  • Lingue Moderne e Traduzione per le Relazioni Internazionali (LM-38);
  • Scienze Filosofiche e Storiche (LM-78).

Di seguito il Calendario degli incontri:

  • Giovedì 3 Dicembre
    dalle ore 15:00 alle ore 18:00 – Interviene il prof. Ignazio Castiglia con L'”enigma” della vita e della poesia nella scrittura di Valerio Mello.
  • Lunedì 7 Dicembre
    dalle ore 15:00 alle ore 18:00 – Interviene la prof.ssa Valentina Castagna con Poesia contemporanea inglese, multimodalità e Web
  • Venerdì 11 Dicembre
    dalle ore 10:00 alle ore 12:00 – Interviene il prof. Roberto Deidier con All’altro capo.
    dalle ore 15:00 alle ore 18:00 – Interviene la prof.ssa Arianna Di Bella con Forme poetiche dei primi lavoratori ospiti in Germania tra emigrazione e ricerca identitaria.
  • Lunedì 14 Dicembre
    dalle ore 15:00 alle ore 18:00 – Interviene la prof.ssa Marina Castiglione con Enrichetta, tra prosa e poesia in Silvana Grasso.
  • Giovedì 17 Dicembre
    dalle ore 10:00 alle ore 12:00 – Interviene la prof.ssa Chiara Sciarrino con Identità a confronto: traduzioni irlandesi di poeti italiani.
    dalle ore 15:00 alle ore 18:00 – Interviene il prof. Salvatore D’Onofrio con 
    Paisi Lumbardo di Ignazio Buttitta.
  • Venerdì 18 Dicembre
    dalle ore 10:00 alle ore 13:00 – Interviene il prof. Vincenzo Pinello con Dalla parola innamorata alla parola millimetrica. Percorsi di poesia contemporanea e di pratiche testuali.
    dalle ore 15:00 alle ore 18:00 – Interviene il prof. Roberto Sottile con Rap e poesia orale, in Sicilia e in Italia con la partecipazione del cantautore Cesare Basile del gruppo musicale Shakalab.

 

RELAZIONI

Per quanto riguarda la stesura della relazione, la scadenza per la consegna è fissata per giorno 10 Gennaio 2021.
La relazione dovrà essere consegnata in formato pdf (completa delle seguenti informazioni: nome, cognome, numero di matricola e Corso di Laurea) all’indirizzo email relazioniviverelettere@gmail.com.

CARTELLA DRIVE MATERIALE DOCENTI

 

Vorresti ricevere l’attestato di partecipazione al Seminario?

COMPILA IL FORM

Commenta l'articolo: