"Lo facciamo per poter dire: dato che non c'è niente, noi vogliamo rimboccarci le maniche e costruire qualche cosa. E se ognuno fa qualche cosa, allora si può fare molto." Padre Puglisi

Resoconto Senato Accademico 19.03.2019

Del 21 marzo 2019, ore 10:18 AM - Modifica

In data 19 marzo 2019 si è riunito il Senato Accademico, alla presenza dei senatori Chiara Puccio, Antonio Di Naro, Vincenzo Calarca.

COMUNICAZIONI:

Il Magnifico Rettore comunica lo stato dei lavori e delle cooperazioni con i poli decentrati. Trapani e Caltanisetta hanno approvato le modifiche di statuto e attivato le nuove convenzioni con UNIPA. Diversa la situazione con Agirgento dove per attivre una nuova convenzione bisogna insidiare un nuovo Cda, nonostante questo i lavori procedono, e in tutti e tre poli è iniziata una attività di orientamento della nuova Offerta Formativa.

INTERROGAZIONI:

  • Il Senatore Chiara Puccio nella precedente seduta di Senato Accademico aveva richiesto una stima dei dati di superamento degli esami del CLA, poiché si riscontravano dei problemi e una flessione dei risultati positivi. Il direttore generale ha così risposto, premesso che:
  1. a)  gli studenti dovrebbero uscire dalla scuola secondaria con B1/B2;
  2. b) la declaratoria MIUR delle classi magistrali prevede che lo studente in uscita sia:  “[…] in grado di utilizzare fluentemente, in forma scritta e orale, almeno una lingua dell’Unione Europea oltre l’italiano, con riferimento anche ai lessici disciplinari” (il che equivale a B2)”;
  3. c) dove richieste precise competenze linguistiche queste devono essere davvero possedute perché possano essere attestate dall’esame al Cla, benché il Cla non sia ente certificatore;
  4. d) un eventuale abbassamento del livello richiesto comporterebbe il mancato utilizzo dei descrittori del framework (A1, A2, B1 etc.), rendendo inutilizzabili le equipollenze linguistiche previste dall’internazionalizzazione (Erasmus, dottorati internazionali, doppi titoli etc.), impedendo di fatto ai ragazzi la partecipazione a quei progetti, gli incoming non troverebbero equipollenze per la loro interazione nell’Ateneo.

Ipotesi di percorso:

  1. a) acquisto di un corso online Inglese B2 (a studente circa 20/25 euro pari ad acquisto libro di testo);
  2. b) potenziamento dell’e-learning;
  3. c) nuovo incontro Cla/Coordinatori LM per spiegare ancora le direttive ministeriali e le aspettative che derivano soprattutto dall’internazionalizzazione.

È doveroso da parte nostra ringraziare i rappresentanti del Corso di Laurea Magistrale in Studi Storici, Antropologici e Geografici Gabriele Scalia (Coordinamento UniAttiva) e Filippo Di Cristina (Vivere Lettere) per il loro imput, per aver sollevato questa problematica già in sede di consiglio di Corso di Studi, in sede di Consiglio di Scuola (SUPC), spinti non solo dallo spirito di servizio, ma anche dalle innumerevoli segnalazioni non solo dei loro colleghi, ma di tutti i ragazzi coinvolti. Ci auguriamo che quanto sottoposto all’attenzione degli Organi Collegiali possa avere un seguito e una celere risoluzione.

  • Il Senatore Vincenzo Calarca chiede:
  • gli esami programmati per i giorni, post-festivi, del 23 e del 26 aprile vengano spostati in modo da rendere effettiva la partecipazione degli studenti, ove ciò non sia possibile, invitare l’amministrazione nel sollecitare i docenti ad avere la massima comprensione e agevolare la partecipazione effettiva all’esame degli studenti fuori sede.
  • il prolungamento degli orari di apertura e chiusura della Biblioteca di Architettura e degli spazi del dipartimento

Vivere Ateneo

UniAttiva

Onda Universitaria

Run

NRG

Commenta l'articolo: