"Lo facciamo per poter dire: dato che non c'è niente, noi vogliamo rimboccarci le maniche e costruire qualche cosa. E se ognuno fa qualche cosa, allora si può fare molto." Padre Puglisi

Resoconto Senato Accademico 11 Ottobre 2017

Del 12 ottobre 2017, ore 11:59 AM - Modifica

In data 11 ottobre si è tenuta la seduta di Senato Accademico:

COMUNICAZIONI: 

  • Il rettore Micari sarà in congedo fino al 5 novembre.
  • Giorno 28 Ottobre dovrebbe svolgersi il Graduation Day.

I senatori Chiara Puccio, Antonio Di Naro e Vincenzo Calarca hanno discusso le seguenti interrogazioni:

  1. Iscrizione al secondo anno Laurea Magistrale con voto laurea triennale 110, 110 e lode: Abbiamo chiesto un’accelerazione sulla risoluzione del problema che è stato affrontato dall’Università. Si attende il prossimo CdA del 18 ottobre per attuare definitivamente la modifica della pratica e dare agli studenti la possibilità d’iscrizione secondo il rispetto dei regolamenti.
  2. Disomogeneità di bonus laurea tra corsi di studio: chiediamo un livellamento tra tutti i corsi di laurea sul punteggio da attribuire agli studenti che si laureano in corso, soprattutto in riferimento alle lauree a ciclo unico.
  3. Figura studente part-time: desideriamo capire come si configuri per l’ateneo di Palermo uno studente part-time, se come uno studente in corso o fuori corso.
  4. Modifica calendario didattico: il Senato ha proposto che gli studenti iscritti part-time che hanno terminato il periodo di didattica e non devono seguire corsi durante il primo semestre possono sostenere esami a novembre 2017, poiché non ci può essere sovrapposizione di attività didattica ed esami. I rappresentanti Puccio, Di Naro e Calarca hanno votato CONTRO poiché non reputano giusta una generalizzazione simile sul caso, e chiedono che gli studenti iscritti part-time che hanno acquistato crediti del primo semestre possano sostenere esami acquistati negli anni precedenti. Per il momento potranno sostenere esami gli studenti non iscritti all’anno accademico 2017-18 ed iscritti part-time al 2016/17 e coloro i quali si iscrivono part-time al 2017-18 e non abbiamo acquistato insegnamenti del primo semestre. Chiederemo una modifica del calendario didattico, trattandosi ieri di una discussione del punto basata su un’interpretazione dell’attuale calendario, facendoci forti del fatto che sebbene lo statuto prevede che gli studenti non possano fare esami durante i periodi di lezione, l’art. 23 comma 3 lettera c del regolamento didattico sostenga che almeno un appello debba essere garantito ai fuori corsi, studenti che abbiano maturato la frequenza degli insegnamenti e part-time ANCHE NEI PERIODI DI LEZIONE.
  5. Raccolta differenziata: abbiamo chiesto i dati relativi a questa iniziativa promossa dall’Ateneo.
  6. Accesso alla laurea Magistrale di Servizio Sociale: alcuni studenti con media superiore a 26/30 erano stati chiamati a colloquio di verifica della personale preparazione nonostante da bando accedevano di diritto alla magistrale, il Corso di Studi precisa che in alcune discipline alcuni studenti erano mancanti di CFU per questo sono stati convocati a colloquio.
  7. Corsi singoli: si è proposto di eliminare il periodo di 30 giorni per poter sostenere i corsi singoli.
  8. Materie a scelta: per quanto riguarda la modifica di piano di studi per i laureandi il Senato sottolinea la possibilità di modifica tramite il modulo navetta reperibile sul sito (https://www.unipa.it/target/laureati/informazioni/modulistica/) e da consegnare in segreteria.
  9. Requisiti di accesso al concorso per il percorso Fit e conseguente rettifica a modifica del piano di studi per corso di studi in Lettere: fra i requisiti di accesso al concorso per il percorso FIT, è stato disposto il possesso di 24 CFU nelle discipline antropologiche, psico-pedagogiche e nelle metodologie didattiche, “garantendo comunque il possesso di almeno sei crediti in ciascuno di almeno tre dei seguenti quattro ambiti disciplinari: pedagogia, pedagogia speciale e didattica dell’inclusione; psicologia; antropologia; metodologie e tecnologie didattiche”. Le modalità di acquisizione dei crediti formativi universitari e accademici di cui sopra sono definite nel D.M. 616 del 10 agosto 2017. I 24 crediti possono essere acquisiti in forma curriculare, aggiuntiva o extracurriculare. Chiediamo ai sensi di quanto scritto nel Calendario Didattico di Ateneo 2017/18, deliberato dalla seduta del Senato Accademico, in materia di completamento di piano di studi mediante inserimento insegnamenti a scelta, contestualmente ai requisiti chiesti per l’accesso al concorso utile per il percorso FIT, che venga concessa agli studenti del Corso di Studi in Lettere la possibilità di inserire due materie a scelta da 6 CFU ciascuna anziché una soltanto da 12 CFU, cosicché possano completare i rispettivi piani di studio con insegnamenti utili al soddisfacimento dei quattro ambiti disciplinari disposti dalla normativa vigente. Inoltre consultando il Prorettore alla Didattica di Ateneo siamo stati esortati a dare massima diffusione della Pagina sul sito dedicata al FIT per imminenti comunicazioni da parte del Ministero.
  10. Modifica Art.26 del nuovo Regolamento Didattico: Valutazione da parte dei CCS delle carriere dei decaduti e dei rinunciatari ai fini dell’eventuale convalida d’insegnamenti della pregressa carriera in base alla non obsolescenza dei contenuti.
  11. Regolamentazione iscrizione con convalida esami Medicina e Chirurgia: il Senato ha deliberato che richieste di convalida di insegnamenti equipollenti relativi a pregresse carriere, in corso o già concluse, da parte di studenti vincitori dei concorsi per l’accesso ai CdS della Scuola di Medicina e Chirurgia A.A. 2017/18, potranno essere accolte, previa valutazione di congruità dei programmi, formalizzata  da  apposita  delibera  di CCS,  ma  senza  dare  luogo  ad immatricolazioni ad anni successivi al primo, tranne che nell’ipotesi in cui vi siano posti liberi nella  coorte  di  ammissione,  e  relativamente  al  numero  degli  stessi, dando  priorità  allo studente cui venga convalidato un numero maggiore di CFU e a parità di CFU a quello che abbia conseguito una media più alta nei succitati CFU.

 

Vivere Ateneo
UniAttiva
Run
Onda Universitaria
NRG

Commenta l'articolo: