"Lo facciamo per poter dire: dato che non c'è niente, noi vogliamo rimboccarci le maniche e costruire qualche cosa. E se ognuno fa qualche cosa, allora si può fare molto." Padre Puglisi

Resoconto Consiglio Nazionale degli Studenti Universitari-CNSU

Del 24 Luglio 2020, ore 5:36 PM - Modifica

Il 22,23 e 24 Luglio si è riunito il Consiglio Nazionale degli Studenti Universitari (CNSU), ecco le proposte che abbiamo portato avanti attraverso le nostre mozioni:

Abbiamo espresso, visti i criteri di ripartizione del Fondo di Finanziamento Ordinario (FFO) delle Università Statali e dei Consorzi interuniversitari per l’anno 2020, come lo schema di decreto in questione è, per questo Consiglio, ancora una volta inadeguato a soddisfare le esigenze del nostro sistema universitario, ancora gravemente lontano dal ricevere un finanziamento idoneo a sostenerlo. Il CNSU – come già deliberato nel parere approvato nel luglio 2019- ribadisce l’esigenza di un deciso mutamento nel paradigma di ripartizione del FFO, che prevede il crescente peso della quota premiale ai danni della quota base: in un contesto in cui questa non è in grado di garantire tutte le necessità degli atenei, la quota premiale favorisce un meccanismo punitivo piuttosto che incentivante. In definitiva quindi il Consiglio, seppur rilevando gli importanti passi avanti in ottica di un pieno rifinanziamento dell’Università pubblica, riconosce quanto tale risultato sia ancora lontano dall’essere raggiunto, quindi, non può che esprimere un parere complessivamente negativo.

Abbiamo richiesto che venga revisionata la quota di iscrizione per i CdL a numero programmato a.a. 2020/2021, chiedendo che

  • il Ministero dell’Università e della ricerca inviti la CRUI e le università ad abbassare il costo del contributo per l’iscrizione ai test per l’accesso ai corsi programmati a livello nazionale, che tale costo non superi la cifra pagata nell’anno precedente, e che gli ulteriori costi aggiuntivi siano a carico del ministero stesso.
  • Che inoltre si provveda a rimborsare gli studenti che hanno già sostenuto il pagamento

Abbiamo richiesto garanzie sul diritto di voto per studenti, dottorandi, specializzandi lontani dal comune di residenza in vista del voto del 20 e 21 settembre 2020, chiedendo che sia introdotta nella legge elettorale la possibilità per gli studenti, dottorandi e specializzandi fuori sede di votare, previa trasmissione di una dichiarazione, presso il Comune dove studiano/operano con riferimento a elezioni politiche, amministrative e referendum

Per quando riguarda il D.M n. 234 del 26-06-2020, “Estensione esonero totale e parziale dal contributo annuale – Università Statali”, il consiglio esprime disappunto per l’assenza di confronto con l’intera comunità accademica, attraverso il CNSU e il CUN, in via preliminare all’approvazione di tale decreto. Inoltre in termini di attuazione della misura di esonero totale e parziale del contributo onnicomprensivo annuale, il Consiglio sottolinea il mancato raggiungimento della soglia reddituale di ISEE pari a 23.000€, raggiungibile coerentemente con le risorse stanziate, utile per rientrare nella fascia di esonero totale della contribuzione.

Commenta l'articolo: