"Lo facciamo per poter dire: dato che non c'è niente, noi vogliamo rimboccarci le maniche e costruire qualche cosa. E se ognuno fa qualche cosa, allora si può fare molto." Padre Puglisi

Resoconto Consiglio di Amministrazione del 19 Settembre 2018

Del 21 settembre 2018, ore 10:59 AM - Modifica

amministrazione

In data 19 Settembre 2018 si è tenuto il consiglio di amministrazione dell’università degli studi di palermo.

Il consiglio prima dell’inizio del nuovo anno accademico è scenario di una richiesta di fondamentale importanza per alcuni degli studenti che, proprio in questi giorni, stanno sviluppando le pratiche di immatricolazione.

Nello specifico lo studente Rosario Signorino Gelo chiede al Magnifico Rettore e al Consiglio tutto di offrire la possibilità a tutti coloro che all’atto dell’immatricolazione, per un motivo o per un altro, non fossero ancora a disposizione del loro ISEE familiare.
Infatti per gli studenti che non dichiarano ISEE all’atto dell’immatricolazione viene predisposta l’attribuzione in fascia massima di reddito costringendoli a pagare, a volte anche contro le loro disponibilità economiche, quote superiori a volte ai 3000€.

Tale situazione risulta essere inaccettabile dalla componente studentesca soprattutto considerando il fatto che a volte non dipende dallo studente il fatto di non riuscire ad avere l’ISEE in tempo.

Viene dunque chiesto di offrire la possibilità agli studenti di presentare l’ISEE anche dopo la data ultima di immatricolazione attuando le più opportune modalità per regolarizzare gli eventuali conguagli o rimborsi con la seconda rata, proprio come avvenuto negli anni precedenti.

Vi daremo ulteriori informazioni circa questo argomento nei giorni seguenti.

A seguire viene presentata dallo stesso studente la condizione dei colleghi di Scienze Motorie che frequentano i locali di Via Pascoli.

Questi studenti, infatti, non vedono una mensa universitaria vicino ai loro luoghi di studio, e proprio per questo viene chiesta maggiore sinergia tra UniPa e ERSU al fine di garantire tale servizio anche a loro.
Viene trattata anche la condizione in cui versa la biblioteca di Via Pascoli e viene chiesto un upgrade dei terminali che gli studenti possono utilizzare per effettuare ricerche in biblioteca, quelli attuali, infatti, risultano essere obsoleti e a volte inutilizzabili.
Ad aggravare tale situazione c’è il fatto che i libri situati in quella biblioteca risultano solamente “consultabili in sede” e non “prestabili”, a differenza di quanto avviene in qualsiasi altra biblioteca di Unipa.

Viene inoltre chiesto un potenziamento della rete dei convenzionati presso cui tali studenti possono effettuare le attività di praticantato per rendere ancora più efficiente il servizio reso e il loro percorso accademico.

 

Per qualsiasi ulteriore informazione, dubbio o chiarimento non esitare a contattarci.

#VivereAteneo

Commenta l'articolo: