"Lo facciamo per poter dire: dato che non c'è niente, noi vogliamo rimboccarci le maniche e costruire qualche cosa. E se ognuno fa qualche cosa, allora si può fare molto." Padre Puglisi

Lettera Motivazionale

Del 16 aprile 2019, ore 11:29 AM - Modifica

lettera-motivazionaleLETTERA MOTIVAZIONALE UNIVERSITA’

Quanto spesso pensi al tuo futuro? A un corso di Laurea Magistrale che vorresti fare fuori dal tuo porto sicuro o ad un dottorato di ricerca o persino al lavoro dei tuoi desideri?

 

Forse non lo sai, ma potrebbe esserti necessaria una lettera motivazionale per presentare te stesso e le motivazioni per cui tu dovresti essere scelto.

Per tale motivo abbiamo pensato di scrivere questa breve guida con la quale ti aiuteremo a scrivere una lettera di presentazione, che potrai allegare alla tua impaginazione curriculum e ad altri documenti utili in base all’esigenza specifica del momento.

Una lettera motivazionale ben scritta include informazioni sul perché il candidato in questione dovrebbe essere una buona scelta per quella posizione e in virtù di ciò deve contenere competenze ed esperienze del candidato, ricordando sempre che l’arte della sintesi è essenziale per meglio rendere il documento più preciso e privo di ridondanze.

La lettera motivazionale quindi deve essere chiara e concisa, ciò significa che se stai richiedendo una postazione di lavoro non dovrai scrivere ‘’Voglio che questa lettera mi faccia ottenere il posto’’. Dovrai concentrarti su ciò che il lavoro significa per te, sia personalmente che professionalmente, lasciando velatamente intendere che nessun altro a parte te potrebbe meglio eccellere in quella posizione.

Ciò che realmente deve caratterizzare la tua lettera motivazionale è la capacità di attirare l’interesse della persona che la sta leggendo e che ti sceglierà per quella posizione. Dovrai, quindi, pensare attentamente a ciò che potrebbe renderti migliore rispetto agli altri candidati.
Pertanto, considera come punti di fulcro:

  • Personalità: avere una personalità comunicativa e aperta è fondamentale per determinati ambienti di lavoro;
  • Disponibilità: specialmente nei posti di lavoro che richiedano un diverso impegno di ore o spostamenti continui;
  • Percorso lavorativo o universitario il destinatario della tua lettera motivazionale deve essere incoraggiato ad accettare persone, per cui quel lavoro o corso di laurea è il passo naturale successivo nella loro carriera sia lavorativa che universitaria.

Adesso passiamo all’ambito più pratico.

Nella stesura di una lettera motivazionale non bisogna mai dimenticare:

  • Dati del mittente: nome, cognome, numero di telefono e indirizzo e-mail;
  • Dati del destinatario: nome e cognome del datore di lavoro o del coordinatore del corso di laurea;
  • Luogo e data: deve essere aggiornata, non si deve dare l’impressione di aver inviato un documento datato o standard;
  • Consenso al trattamento dei dati personali aggiornato: es. Autorizzo il trattamento dei dati personali contenuti nel mio curriculum vitae in base all’art. 13 del D. Lgs. 196/2003 e all’art. 13 del Regolamento UE 2016/679 relativo alla protezione delle persone fisiche con riguardo al trattamento dei dati personali.

Altro consiglio è suddividere la lettera in tre paragrafi:

  • Chi sono e perché sto scrivendo? 
    Non ripetere nuovamente nome e cognome, ma basati su tutto che farà sembrare al destinatario di arrivare dritti al punto.
    NO ‘’mi chiamo Filippo e sono un ingegnere..’’
    SI ‘’sono un giovane laureato in…e …’’
  • Perché la mia candidatura deve essere scelta e considerata?
    In questo paragrafo stiamo giocando una carta importante dove inserire tutto in maniera sintetica ma efficace. All’interno vi saranno le tue motivazioni (perché sei interessato a quella posizione?), i tuoi obiettivi (obiettivi professionali che ti poni a breve e nel medio-lungo termine all’interno di quel lavoro o corso di laurea) e le tue qualità e punti di forza (possono essere stage, tirocini, esperienze di lavoro, seminari, tematiche di interesse aziendale, esperienze all’estero, ecc.).
  • Ringraziamenti e conclusioni 
    Con la parte finale ci si appella dichiaratamente all’attenzione del lettore, con un semplice ‘’La ringrazio per l’attenzione’’, affermando di essere a disposizione per ogni ulteriore chiarimento riguardo la candidatura e di restare in attesa di una sua risposta.

Commenta l'articolo: