"Lo facciamo per poter dire: dato che non c'è niente, noi vogliamo rimboccarci le maniche e costruire qualche cosa. E se ognuno fa qualche cosa, allora si può fare molto." Padre Puglisi

GUIDA ERASMUS +

Del 4 Marzo 2020, ore 3:53 PM - Modifica

L’Associazione Studentesca Vivere Giurisprudenza, in vista del programma Erasmus, ha raccolto per voi le domande più frequenti con le relative risposte, stilando una semplice e comoda guida da seguire al fine di sciogliere ogni dubbio riguardo il bando, lo svolgimento della domanda e le date di scadenza da rispettare di volta in volta. Buona lettura!

  1. Come si partecipa al programma Erasmus?

Per partecipare al programma Erasmus, è necessario inviare una domanda di partecipazione tramite portale studenti, attivabile nella sezione “Pratiche”. Le domande di partecipazione possono pervenire solo tramite questo mezzo. 

  1. Quali sono i requisiti per poter partecipare?
    Requisito fondamentale per poter partecipare è essere iscritti ed in regola con i pagamenti. Inoltre, lo studente si impegna, nel periodo di mobilità, a provvedere all’iscrizione presso l’università in uscita ed in entrata, pena la decadenza dello status di vincitore. Per l’iscrizione, si fa riferimento alla normale iscrizione ad UniPa; per l’università estera, invece, è necessario adeguarsi alle tempistiche dell’università estera per cui si è risultati vincitori
    2.1. Sono iscritto part-time: posso partire?
    Sì, i part time possono partire. Requisito base, una volta risultati vincitori, è inserire nel Learnig Agreement le materie dell’anno part-time che si andrà a svolgere. 

2.2 Voglio andare in un paese di cui non conosco la lingua, come faccio?
Non tutte le università richiedono la propria lingua per lo svolgimento degli esami. Può capitare, infatti, che una nazione estera preveda oltre alla propria lingua madre, un’ulteriore lingua. Tale possibilità va verificata sul sito dell’università estera selezionata.

  1. Posso usufruire della mobilità se sono già stato in Erasmus?
    Il periodo di mobilità massimo è, per le magistrali a ciclo unico, di 24 mesi, sommando i periodi di mobilità già effettuati e quello da effettuare. Il periodo di mobilità massimo per singola richiesta non può superare i mesi massimi previsti la meta selezionata (indicati nell’Allegato A)
    3.1   Posso prolungare/ridurre la mobilità?
    La mobilità si può prolungare o ridurre,  sulla base di un accordo preventivo con il coordinatore e l’università partner.
    a) In caso di prolungamento, i mesi in eccesso saranno considerati senza borsa
    b) In caso di riduzione, eventuale borsa ricevuta per la mobilità non effettuata andrà restituita
    3.2 Quando devo partire?
    Decidi tu! La data di partenza si seleziona al momento in cui si compila la domanda online. Unico dato a cui bisogna attenersi è il periodo massimo di mobilità previsto per la meta selezionata (indicato nell’Allegato A). In ogni caso, tale arco di tempo non può essere inferiore a 3 mesi.
  1. Come funzionano le borse?
    Le borse per la mobilità sono di due tipi:
    a) Contributo MUR: variabile su base ISEE. Oscilla da un massimo di 400€ (ISEE <13.000 €) ad un minimo di 250€ (26.000 < ISEE ≤ 30.000). Contributo MUR= 0€ in caso di ISEE >30.000 €
    b) Contributo finanziato dall’UE: variabile in relazione al paese in cui si effettua la mobilità. I paesi UE risultano divisi in 3 fasce (costo della vita):
    Fascia 1 (vita alta) = 300€
    Fascia 2 e 3 (vita media e bassa) = 250 €
    Gli studenti hanno diritto ad entrambi i contributi (Per i dettagli sui paesi e sui contributi, consultare il Bando).
    4.1 Tutti hanno diritto alla borsa?
    Hanno diritto alla borsa solo gli studenti risultanti vincitori. In caso di borse in eccesso, verrà effettuato una riassegnazione delle stesse.
  1. Quante mete posso selezionare?
    All’invio della domanda, posso selezionare una meta. Per l’assegnazione dei posti, si procederà con delle graduatorie per ogni meta, in cui figureranno i richiedenti in ordine in base al loro punteggio.
    5.1 Come si calcola il punteggio?
    Il punteggio si calcola moltiplicando la propria media ponderata (M) per un coefficiente variabile in base la numero di CFU rilevati al momento di invio della domanda (r)
    da 15 a 30 CFU= 0,85
    da 31 a 60 CFU= 0,90
    da 61 a 90 CFU= 0,95
    da 91 in su= 1
    M x r= MC (media corretta). Dopo aver individuato la media corretta, dividere per 3 e sottrarre 5
    P= MC:3 – 5
  1. Chi sono gli idonei?
    Gli idonei sono coloro che non rientrano tra i posti disponibili nella meta per cui hanno partecipato. Ad essi, tuttavia, non è preclusa la possibilità di effettuare la mobilità. Ogni anno, infatti, le varie università stilano tra di loro ulteriori accordi, per accogliere nelle proprie sedi alcuni studenti non rientranti tra gli idonei. Questi studenti, però, sono non borsisti. Il numero dei posti da non borsisti varia da università ad università, come per i vincitori. Tale numero, però non è indicato nel bando. Per informazioni sui posti, contattare il coordinatore o il referente di meta.
    6.1 Il bando menziona la possibilità di scegliere altre 5 mete, come funziona?
    La scelta delle 5 mete va effettuata al fine di ricoprire eventuali posti liberi da borsista in mete diverse da quella selezionata. Tale richiesta, va effettuata compilando l’Allegato C e consegnandolo alla propria Contact Person entro le ore 12:00 del 30/03/2020. Questa data fa riferimento anche agli studenti idonei che hanno intenzione di partire come non borsisti, al fine di conoscere se nella meta selezionata vi sono posti come non borsista
  1. Hanno pubblicato la graduatoria definitiva: e adesso?
    La graduatoria definitiva (24/04/2020) indica i vincitori assegnatari di borsa e gli idonei. Successivamente a tale graduatoria, si aprono le procedure inerenti la didattica:
    a) Learnig Agreement: è la proiezione di quelle che sono le materie che si ha intenzione di sostenere presso l’università estera. Va compilato ed inviato online entro il 15/05/2020 tramite l’apposita procedura. Per compilare il Learning Agreement, bisogna tenere conto delle materie da poter sostenere all’estero. Esse, sono indicate online nella sezione “Erasmus” del portale studenti. Il Learning Agreement non può essere accettato per un numero inferiore di 12 CFU, superiore a 30 CFU per 6 mesi di mobilità o 60 CFU per 12 mesi di mobilità. Per ulteriori chiarimenti sulle materie, contattare il referente di meta o la Contact Person.
    b) Corso OLS: Online Linguistic Support. Si tratta di un corso interattivo e-learnign assegnato sulla base delle licenze disponibili. I non assegnatari di licenze OLS, sono tenuti alla frequenza di un corso al CLA. Il mancato svolgimento dell’assessment test determina la perdita del contributo MUR.
    c) Accordo di mobilità: successivamente alla consegna del Learning Agreement e allo svolgimento dell’assessment test, verrà sottoscritto dallo studente l’Accordo di mobilità Istituto – Studente. Esso è un contratto vero e proprio, vincolante in ogni sua parte
  2. Ho cambiato idea e non voglio più partire: come devo fare?
    L’Università dà agli studenti la possibilità di rinunciare al proprio posto, in caso si dovesse risultare vincitori. La rinuncia va comunicata entro il 19 marzo, al fine di consentire i ricollocamenti nei posti da vincitori disponibili per chi è precedentemente risultato idoneo. In caso di mancata rinuncia e quindi, mancata partenza, il vincitore non riceverà alcuna borsa e ad esso sarà preclusa la possibilità di partecipare al programma Erasmus per l’anno successivo
  3. Ho finito l’Erasmus e sono tornato in Italia con gli esami svolti all’estero: come mi devo comportare?
    Gli esami sostenuti all’estero dovranno essere registrati di volta in volta sul certificato rilasciato dall’Università estera  (Transcript of records). Una volta tornati in Italia, tale certificato andrà consegnato in segreteria. Dopo la consegna, il Coordinatore provvederà alla conversione dei voti sulla base dell’apposita tabella di conversione, con successiva approvazione da parte del Consiglio di Corso di Studi. Gli studenti che, al ritorno dalla mobilità, non saranno in regola con l’iscrizione, non potranno vedere riconosciuti gli esami sostenuti in sede estera. 

Contact Person Giurisprudenza: Teresa Affatigato teresa.affatigato@unipa.it

Bando: https://www.unipa.it/dipartimenti/di.gi./cds/giurisprudenza470/.content/documenti/documenti_erasmus/bando-erasmus-2020-2021.pdf

Accordi e Materie:
https://www.unipa.it/dipartimenti/di.gi./cds/giurisprudenza470/borse/erasmus.html

Calendario Scadenze: https://www.unipa.it/Bando-Erasmus-Mobilit-per-lo-studio-A.A.-2020-2021–Calendario-delle-Scadenze/

Per qualsiasi dubbio o chiarimento, contattare la Contact Person o il docente referente di metà. Lo staff di Vivere Giurisprudenza resta disponibile per qualsiasi chiarimento.
Contatto Vivere Giurisprudenza: Daniele Cairone 3408319787 

Commenta l'articolo: