"Lo facciamo per poter dire: dato che non c'è niente, noi vogliamo rimboccarci le maniche e costruire qualche cosa. E se ognuno fa qualche cosa, allora si può fare molto." Padre Puglisi

Banner_Sconti

Gli obiettivi della Nostra Candidata al Consiglio degli Studenti

Del 12 Dicembre 2020, ore 1:21 PM - Modifica

Care colleghe e cari colleghi, sono Francesca Pia Noto, studentessa e rappresentante del Corso di Studi in Lingue e Letterature, e sono candidata alla Macroarea 4 per il Consiglio degli Studenti dell’Università degli Studi di Palermo. È mia intenzione rappresentare tutta la comunità studentesca del Dipartimento di Scienze Umanistiche, del Dipartimento di Culture e Società e del Dipartimento di Scienze Psicologiche, Pedagogiche, dell’Esercizio Fisico e della Formazione.
Motivo per cui, ho elaborato dieci obiettivi da portare avanti, che ho il piacere di condividere con voi:

1. TRIPARTIZIONE DEL CONTRIBUTO OMNICOMPRENSIVO

Il primo punto fondamentale della mia campagna, di cui sarò ferma promotrice, è la previsione della terza rata del contributo omnicomprensivo al fine di alleggerire l’esborso delle studentesse, degli studenti e delle loro famiglie. L’attuale rateizzazione, spesso sbilanciata, mette in grave difficoltà quanti, non risultando idonei, sono costretti a un dispendio di denaro non indifferente. Soprattutto a seguito di un anno estremamente faticoso e inclemente, caratterizzato dalla pandemia che ha stravolto le nostre vite. Penso che questa possibilità sia, per tutte e per tutti, assolutamente irrinunciabile.

2. NO TAX AREA

Auspico che la NO TAX AREA rimanga immutata in considerazione dell’anno appena trascorso che, senza dubbio, continuerà a gravare su numerose famiglie ancora per molto; mentre, da un punto di vista più generale, perché è necessario ad ogni costo che l’accesso alla realtà universitaria sia sempre più alla portata di tutti quanti vogliano farne parte e, affinché l’Università degli Studi di Palermo risulti luogo di formazione veramente pubblico e aperto a tutte e a tutti, questo è decisamente un passo in avanti obbligato. Sarebbe molto poco credibile e irrealizzabile l’eliminazione totale della contribuzione, ma sono dell’idea che nelle sedi opportune sarà possibile giungere a un giusto compromesso a garanzia e a beneficio della popolazione studentesca tutta. Se me ne sarà data la possibilità e se avrò, quindi, i mezzi per farlo questo sarà uno dei punti nodali del mio mandato.

3. MAGGIORE COPERTURA DELLE BORSE DI STUDIO

Dato che durante la pandemia non è stato possibile erogare alcuni servizi dell’ERSU, appoggerò le proposte avanzate dalle nostre Consigliere in CdA e CdA Ersu, Patrizia Caruso e Adelaide Carista, concernenti il trasferimento dei fondi regionali risparmiati alle Borse di Studio per chi non è riuscito a ottenerla nell’anno precedente alla pandemia o per chi ha partecipato quest’anno al bando per l’assegnazione dei benefici, non ottenendone.

4. MIGLIORAMENTO DEL SERVIZIO ABITATIVO

Numerose sono le sedi dell’Università degli Studi di Palermo che versano attualmente in uno stato precario e qualitativamente insufficiente alle necessità delle studentesse e degli studenti. Per questa ragione chiederò che vengano apportati dei miglioramenti, in primis di tipo strutturale, alle residenze ospitanti gli studenti fuori sede al fine di garantire loro una sistemazione ottimale e adeguata. Inoltre, sono fermamente convinta che sia doveroso prestare attenzione anche al caso degli alloggi riservati alle persone con disabilità, che sono esigui per sopperire alle esigenze di questi colleghi.

5. INCENTIVO ALL’INTERNAZIONALIZZAZIONE

Ritengo che i progetti ERASMUS, Forthem, Associazione Diplomatici, Summer School siano una componente fondamentale per lo sviluppo formativo degli studenti. Per questa ragione, proporrò di curare con maggiore attenzione il contatto con le Università straniere al fine di permettere agli studenti e alle studentesse un contatto più immediato con il mondo del lavoro.

6. PROROGA INSERIMENTO MATERIE OPZIONALI OBBLIGATORIE

Una delle mie ultime battaglie è stata quella di proporre al Consiglio di Amministrazione dell’Università la proroga della finestra temporale per l’inserimento delle materie opzionali obbligatorie di primo semestre. Sono dell’idea che tale richiesta sia di centralissima importanza per agevolare lo studente lungo la sua esperienza universitaria. Lo scopo di questa proposta è di consentire a chiunque di riuscire a concludere il proprio percorso accademico nel migliore dei modi e senza che si presentino impedimenti di natura burocratica in itinere.
Inoltre, tale richiesta assume persino una maggiore importanza considerando che sono in corso gli scorrimenti in alcuni Corsi di Studio della mia Area, per questo motivo è essenziale dare la possibilità alle studentesse e agli studenti del mio Dipartimento, inclusi i vincitori dei nuovi posti a disposizione, di potere completare il loro piano di studi annullando, così, qualsivoglia costrizione temporale e burocratica.
Sarà quindi possibile inserire le materie opzionali, sia di primo che di secondo semestre, nella seconda finestra temporale che decorre dal 01/01/2021 fino al 30/04/2021.

7. UNA SEGRETERIA PIÙ EFFICIENTE

Un ulteriore punto che non può in alcun modo prescindere dai miei obiettivi è il miglioramento della comunicazione tra la Segreteria e la popolazione studentesca. L’incontrovertibile malfunzionamento della Segreteria costituisce una tra le più significative falle di Unipa, è quasi sempre molto lenta e poco efficiente. Dal mio punto di vista, e penso che questo pensiero sia del tutto condivisibile, è inammissibile che una componente talmente essenziale della vita universitaria si trovi in un chiaro stato di sofferenza. Punterò, nel corso del mio mandato, a creare un nuovo canale di comunicazione tra questi uffici e le studentesse e gli studenti, con l’auspicio che il servizio offerto possa diventare migliore e più immediato.

8. POTENZIAMENTO DEL CLA

Il Centro Linguistico di Ateneo riveste un ruolo molto importante all’interno dell’Università degli Studi di Palermo nell’ottica dell’acquisizione e della pratica delle competenze nelle lingue seconde e straniere, ormai indispensabili al fine di autodeterminarsi nel mondo del lavoro e non solo.
Reputo che per tutta la comunità studentesca sia utile e doveroso rendere più efficace e funzionale la comunicazione tra il CLA e il Consiglio di cui avrei l’onore di fare parte. Obiettivo precipuo di questo migliorato rapporto sarà quello di potenziare e affinare i servizi di tale struttura in coordinazione con l’Ateneo e il Consiglio degli Studenti.

9. MESSA IN SICUREZZA DELL’EDIFICIO 12

Questo è forse il tema più delicato e connotato emotivamente del mio programma, e sarà mia intenzione affrontarlo in Consiglio con la dovuta delicatezza e attenzione, ma in modo risoluto.
In merito alla nostra richiesta avanzata dalla CdA Patrizia Caruso sull’aumento della sicurezza negli spazi esterni quali, ad esempio, i parcheggi della Cittadella, mi impegnerò fortemente affinché si provveda nel più breve tempo possibile a mettere in sicurezza i piani più alti dell’Edificio 12 e i piani superiori e l’accesso ai tetti degli edifici della sede universitaria centrale e di quelle decentrate poiché potrebbero rappresentare un serio pericolo per l’incolumità degli studenti e delle studentesse, com’è già tristemente accaduto in passato.

10. MIGLIORAMENTO DELL’AMU E DEL SERVIZIO DI COUNSELLING PSICOLOGICO

In riferimento al punto precedente chiederò parimenti un miglioramento del servizio di counselling psicologico, attualmente inadeguato a garantire un servizio operativo ed efficiente per la comunità studentesca, che necessita nel modo più assoluto di uno sportello perfettamente funzionante, soprattutto tenendo conto dell’attuale situazione emotiva e psicologica in cui versano gli studenti e della delicatezza del percorso universitario che non raramente grava sulle personalità più sensibili.
Chiederò anche un potenziamento dell’Ambulatorio Medico Universitario e il suo spostamento in una sede più grande pronta ad accogliere la numerosa utenza. Esorterò questa amministrazione a realizzare una notevole campagna informativa e a dotare l’AMU della strumentazione medica di base, dei prodotti sanitari e di più professionisti che possano occuparsi del luogo adibito a presidio ambulatoriale.

11. PROVE DI EVACUAZIONE E PREVISIONE DI PROCEDURE ANTITERRORISMO

All’Università dovrebbe essere di primaria importanza la previsione – almeno una volta all’anno – di vere e proprie prove del PEE (Piano di Emergenza ed Evacuazione) quali strumento di prevenzione, come del resto avviene da sempre negli altri gradi di istruzione, in modo da preparare le centinaia, se non le migliaia, di studentesse e studenti presenti ogni giorno in Cittadella (edifici, mensa, dormitori…).
Altresì farò in modo che siano organizzati dei momenti di formazione sulle eventuali procedure da adottare in caso di attacco terroristico, difatti è innegabile che l’Università rappresenti un punto sensibile e, a tal proposito, sarebbe un validissimo aiuto ricevere dei suggerimenti e delle linee guida da parte di personale altamente specializzato (Polizia ei Stato, Vigili del Fuoco, Croce Rossa e Ordine degli Psicologi).

12. SUPERAMENTO DELLE BARRIERE ARCHITETTONICHE

Avendo come obiettivo preminente l’integrazione della comunità studentesca tutta, intendo battermi per estendere la
possibilità alle persone con ridotta o impedita capacità motoria o sensoriale, di raggiungere ogni spazio universitario. Ritengo essenziale l’inserimento di posti che permettano ai colleghi e alle colleghe con difficoltà di non essere isolati durante lo svolgimento delle attività accademiche quotidiane, cosicché possa attuarsi un vero inserimento in aula, senza che questi e queste rimangano relegati distanti dai propri colleghi.
Nessuno deve essere lasciato indietro!

Sono certa di essere la rappresentante che più di tutte può garantire i vostri diritti e che può portare avanti le vostre istanze all’interno del Consiglio degli Studenti. Ho già maturato un’esperienza di rappresentanza, seppur diversa, e sono a fortiori pronta a mettermi in gioco nel vostro interesse, con dedizione e vivo entusiasmo. Votate con coscienza, votate per consolidare e accrescere i risultati già ottenuti dai precedenti consiglieri!

Uno è lieto di poter servire!

Un caro saluto,

Francesca Pia Noto

Commenta l'articolo: