"Lo facciamo per poter dire: dato che non c'è niente, noi vogliamo rimboccarci le maniche e costruire qualche cosa. E se ognuno fa qualche cosa, allora si può fare molto." Padre Puglisi

Banner_Sconti

BYO – Bring Your Own Archive

25 Aprile – Festa della Liberazione.

Il 25 Aprile ricorre la festa della liberazione. Il concetto fondamentale che si vuole trasmettere tramite la celebrazione di questa importante giornata, è quello della memoria e della non indifferenza. Durante il secondo conflitto mondiale, furono presi una serie di provvedimenti legislativi applicati tra il 1938 e il 1945. Si trattava delle leggi razziali fasciste, applicate inizialmente dal regime fascista e in seguito dalla Repubblica Sociale italiana. Furono prevalentemente rivolte contro la popolazione ebrea. Il contenuto venne annunciato per la prima volta nel 1938 a Trieste da Benito Mussolini. Tutta la normativa razziale e, nello specifico la promulgazione della legislazione razziale fascista, viene preannunciata, poche settimane prima, dalla pubblicazione del Manifesto della razza, firmato da alcuni degli scienziati più in vista d'Italia.Il Manifesto fu pubblicato con il titolo "Il fascismo e i problemi della razza" da "Il giornale d'Italia" nel 1938.Attraverso l'emanazione della legge n⁰1024 del 13 luglio 1939, il regime fascista, conferì alla commissione, poteri molto vasto nella distinzione della razza.La legislazione antisemita comportava delle pesanti limitazioni alla popolazione ebraica. Quest'ultima infatti, non poteva contrarre matrimonio con italiani, veniva vietato agli ebrei di avere alle loro dipendenze persone ariane. Essi non potevano accedere a nessuna delle professioni intellettuali. Gli venne revocata la cittadinanza italiana,[...]
Leggi il resto dell'articolo

BYO|BRING YOUR OWN: COSA È IL DDL ZAN?

Il disegno di Legge Zan (che prende il nome dal promotore-relatore) si propone di equiparare la discriminazione verso gli omosessuali alle discriminazioni razziali, etniche e religiose già punite dal codice penale. Il testo di legge, approvato alla Camera (265 favorevoli, 193 contrari e un astenuto), introduce all’interno dell’art. 604 bis nuove fattispecie penali che puniscono comportamenti accomunati dalla finalità di discriminazione fondate sul sesso, sul genere, sull’orientamento sessuale e sull'identità di genere. Sarà punito in particolare: con la reclusione fino ad un anno e 6 mesi o multa fino a 6.000 euro, chiunque istiga a commettere o commette atti di discriminazione fondati su tali motivicon la reclusione da 6 mesi a 4 anni, chiunque istiga a commettere o commette violenza o atti di provocazione alla violenza per tali motivi;con la reclusione da 6 mesi a 4 anni, chiunque partecipa o presta assistenza ad organizzazioni, associazioni, movimenti o gruppi aventi tra i propri scopi l’incitamento alla discriminazione o alla violenza per tali motivi. Viene poi modificato l’art. 604 ter c.p. che prevede l’aggravante della pena per qualunque reato, punibile con pena diversa dall’ergastolo, commesso per finalità di discriminazione o di odio razziale, etnico, nazionale o religioso, o per agevolare l’attività di organizzazioni, associazioni, movimenti o gruppi che hanno tra i loro scopi le predette finalità.  Pertanto[...]
Leggi il resto dell'articolo

BYO| Bring Your Own: vaccini, dagli albori al vaccino Pfizer

Vivere Ateneo presenta la nuova rubrica dal titolo "BYO|Bring Your Own: vaccini, dagli albori al vaccino Pfizer"! Il nostro obiettivo, attraverso gli articoli di questa rubrica, sarà quello di trattare di attualità e di cercare di dare, attraverso le nostre conoscenze e la nostra curiosità, una visione d'insieme per ogni argomento che tratteremo. Il primo articolo tratterà di un argomento altamente discusso durante l'ultimo periodo, cioè l'annuncio della casa farmaceutica Pfizer riguardo il vaccino contro il Covid-19: "Il nostro vaccino è efficace al 90%".L'annuncio risale al 10 Novembre e sebbene sia stato accolto con grande speranza da parte dell'intera popolazione mondiale, sono tanti i dubbi e le perplessità che ci vengono in mente. Il vaccino a due dosi, sviluppato in collaborazione dalla BioNtech di Mainz, in Germania, è risultato efficace durante le sperimentazioni sugli animali, ma l'unico modo per vedere se funziano sull'uomo, è somministrarlo in larga scala. Inoltre, da pochi giorni, un'altra società farmaceutica, Moderna, ha annunciato l'efficacia del proprio vaccino, efficace addirittura al 94,5%. A guidare la sperimentazione di questo vaccino è un orgoglio italiano, o ancora meglio dire siciliano: Andrea Carfi, 50 anni, responsabile della ricerca sui vaccini e le malattie infettive di Moderna. Tra le due aziende farmaceutiche[...]
Leggi il resto dell'articolo